Aumento del + 10% sulla tassa rifiuti : il comune di Locorotondo fa marcia indietro

/ Autore:

Ambiente, Politica


 

Con una nota sul proprio profilo Facebook il sindaco di Locorotondo, Tommaso Scatigna ha dato la notizia dell’annullamento della delibera che scongiurava l’aumento del 10% della Tari.

“Quando la buona volontà della politica si scontra con la burocrazia- commenta il primo cittadino- i buoni propositi ne escono sconfitti. Mio malgrado siamo stati costretti a revocare la delibera che scongiurava l’aumento del 10% della Tari. Non vi nascondo che è una delle pagine più tristi della mia esperienza politica ed amministrativa. Se si fosse trattato di un aumento lo Stato ci avrebbe fatto sicuramente meno caso! Mi assumo tutta la responsabilità di quanto, in buona fede e spinti dalla voglia di fare un regalo ai nostri concittadini, gli organi “superiori” non ci hanno consentito di poter fare”.

Immediatamente è arrivata anche la risposta del gruppo consigliare Porta Nuova che spiega: “il 30 novembre 2016 il consiglio comunale di Locorotondo ha eliminato l’aumento del 10% sulla tassa dei rifiuti, grazie anche alla nostra azione di opposizione. Il 23 dicembre 2016 il sindaco e la sua maggioranza reintroducono l’aumento del +10% su tutte le utenze domestiche e del +5% su tutte le utenze non domestiche (attività commerciali, negozi,…) del centro urbano, lasciando invariata la tassa nelle campagne di fronte ad un servizio a dir poco scadente”.

La delibera in questione dichiara infatti l’inefficacia della deliberazione del consiglio comunale del 30/11/2016 dando atto che restano in vigore le Tariffe Tari approvate con delibera del Consiglio Comunale n 11 del 11/04 2016. Inoltre,  viene fissato il nuovo termine di pagamento per la bollettazione al 28/02/2017.


commenti

E tu cosa ne pensi?