Il mercato settimanale non c’è. La protesta di un commerciante

/ Autore:

Cronaca


Oggi a Martina Franca scuole chiuse, per il terzo giorno di fila, a causa del ghiaccio e della neve, con somma gioia degli studenti e profondo sconforto delle famiglie. Il problema sembra essere il ghiaccio che, a causa delle bassissime temperature, non accenna a sciogliersi. Il commissario prefettizio ha preferito non seguire l’esempio dei comuni vicini, come Locorotondo, ritenendo giusto prendersi ancora un giorno in più per garantire l’incolumità della popolazione, tanto da rimandare anche il mercato settimanale, scatenando le proteste dei commercianti ambulanti, che dal mercato stesso vivono. Uno di loro ci scrive su Facebook: “Sono un commerciante ambulante di martina franca il quale domattina dopo 5 giorni di riposo forzati dati dal maltempo non aspettava altro che aprire presso il proprio posto, ad un certo punto mi arriva un messaggio sul cellulare il quale spiegava che un ordinanza ci vieta di aprire il regolare mercato che per giunta anche abbastanza pulito… Ora io non mi spiego perché siamo gli unici a non aprire….si perché il vero problema sarebbe la bassa temperatura e il ghiaccio!! A questo punto tutte le attività commerciali metterebbe a rischio il cittadino….. SBAGLIO? Invece no….solo noi!!! A questo punto dico; Se allora nel lontano 1995 quando decisi di seguire il mestiere dei miei genitori e lasciare l’arma perché il lavoro del commerciante è ed è sempre stato un lavoro LIBERO ed INDIPENDENTE che mette a rischio la propria persona e libera di scegliere di andare o non andare a prendere freddo pioggia neve caldo”.

Astenendoci da ogni giudizio in merito alla scelta di tenere per il sesto giorno di fila una città semi-bloccata per neve e ghiaccio, non si può non notare che il concetto di “emergenza” ha senso se limitato nel tempo. Dopo sei giorni, definire “emergenza” la difficoltà di camminare nel centro storico, lastricato di ghiaccio tranne le vie principali, e sui marciapiedi, ad esempio, può anche essere sinonimo di inefficienza.


commenti

E tu cosa ne pensi?