Periferie Aperte – Agorà Sicure: a Locorotondo €449.000,00 per sottovilla e via Difesa

/ Autore:

Politica, Società


Buone notizie arrivano questa mattina dal comune di Locorotondo grazie al finanziamento del progetto Periferie Aperte – Agorà Sicure ottenuto per il  il sottovilla e via difesa. Di seguito il comunicato diramato dall’ufficio stampa.

Saranno le zone di Via Difesa con il Parco Urbano di Via Nardelli a beneficiare del finanziamento del progetto “Periferie Aperte – Agorà Sicure”, presentato dai Comuni dell’Area Metropolitana di Bari e premiato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
L’Amministrazione comunale di Locorotondo, nei giorni successivi all’insediamento, ha deciso di contribuire, con un proprio progetto, alla fase di pianificazione condivisa con l’Area Metropolitana, per proporre interventi di riqualificazione del tessuto urbano e periferico, in un tentativo di valorizzazione dei luoghi di socializzazione, rendendo più sicuri, belli e fruibili, spazi pubblici poco funzionali o scarsamente utilizzati. Le due aree interessate dall’attività programmata, localizzate nella zona a Sud-Est del territorio urbano comunale, sono identificabili con il tessuto urbanizzato di Via Difesa e con il Parco Urbano di Via Nardelli, per un intervento pari a €449.000,00.
A seguire il progetto è stato il vicesindaco con delega all’Area Metropolitana, Vittorino Smaltino:
«Appena insediati ci siamo subito attivati per far parte di questo progetto. Conosciamo molto bene il nostro territorio ed alcune criticità ancora esistenti nella zona del centro storico. Per questo abbiamo puntato sul sottovilla. Rendere realmente fruibile quella zona porterebbe al completamento del progetto di valorizzazione del nostro paese in chiave turistica. Inoltre, abbiamo inserito anche via Difesa perchè si tratta di una zona di nuova espansione abitativa, sulla quale dobbiamo tenere alta l’attenzione per renderla vivibile e sicura».
Soddisfatto dell’esito anche il primo cittadino di Locorotondo, Tommaso Scatigna:
«Abbiamo potuto partecipare a questo progetto in tempi rapidi e con un’idea precisa perchè sappiamo cosa vogliamo per il nostro paese. Già in passato avevamo tentato di ottenere dei finanziamenti per quella zona, per il sottovilla in particolare, e grazie a questa capacità di programmazione abbiamo candidato la nostra idea progettuale nei tempi opportuni, per ottenere i fondi necessari con il progetto “Periferie Aperte”. Inoltre, abbiamo voluto porre particolare attenzione alla zona di via Difesa, poiché trattasi di una zona in espansione abitativa, nella quale è necessario creare servizi perchè possa essere vissuta in piena tranquillità dai residenti e da quanti la frequentano per varie ragione. Pertanto, questi fondi saranno utilizzati per rendere fruibili spazi comuni al momento non pienamente godibili».

Questi gli interventi previsti.
Per il tessuto urbano che confluisce su Via della Difesa, a completamento degli interventi inseriti nel Programma Integrato di Riqualificazione delle Periferie, si prevede l’installazione di un impianto di videosorveglianza delle aree esterne del PIRP, il rifacimento di tratti di viabilità carrabile e pedonale, l’installazione di un sistema di illuminazione a basso consumo energetico, nonché l’allestimento di un area a verde attrezzata.
Per la zona di Parco Urbano, a partire dalla Villa comunale, a completamento di quanto già realizzato con il Programma Integrato di Rigenerazione Territoriale, il Sottovilla sarà dotato di tappeto erboso sui terrazzamenti, con montaggio di sedute, una azione di manutenzione e riqualificazione del verde, la realizzazione del sistema di irrigazione, il recupero e potenziamento del sistema di illuminazione e l’installazione di un sistema di videosorveglianza. In una visione di utilizzazione razionale del Sottovilla, si prevede di completare il “punto ristoro” esistente. L’intervento sarà esteso anche al fronte interno della Villa comunale, con la sostituzione della ringhiera metallica esistente. Si prevede anche la sistemazione dei percorsi pedonali a margine di Via Nardelli, con un adeguamento del marciapiede e la realizzazione di sedute sul fronte verso la Valle d’Itria.
L’importante impegno economico è stato quantificato in complessivi euro 449.000, con una quota di circa il 10% a carico del bilancio comunale e la restante somma proveniente dai fondi del programma ministeriale “Agorà Sicure”. L’attività progettuale è già completa e sono stati acquisiti i pareri degli Enti di tutela del territorio. Si potrà immediatamente avviare la fase di aggiudicazione dei lavori e sviluppare le attività esecutive, che dovranno concludersi in 8 mesi, con largo anticipo rispetto alle previsioni dell’iniziativa dell’area metropolitana


commenti

E tu cosa ne pensi?