Abusivismo in Valle d’Itria. Forestali sequestrano cantiere in zona a vincolo

/ Autore:

Cronaca


Si torna a parlare di abusivismo a Martina Franca, precisamente in piena Valle d’Itria. I Carabinieri del locale Ufficio Territoriale per la Biodiversità hanno infatti apposto i sigilli ad un plesso di trulli che ricade in area sottoposta a vincolo paesaggistico ed ambientale.

Il cantiere era già stato nel mirino dei militari forestli nello scorso novembre, quando durante un servizio di perlustrazione del territorio fu individuato e sequestrato uno scavo abusivo, realizzato demolendo un’antica cisterna in pietra. I Carabinieri avevano poi appurato che si trattava di lavori edilizi in difformità alla segnalazione di inizio lavori (Scia) presentata agli uffici competenti del Comune di Martina Franca, che avevano poi revocato il tutto.

Al danno la beffa, visto che i lavori erano realizzati in assenza di autorizzazione paesaggistica e verifiche sismiche e che gli operai stavano ristrutturando i trulli con materiali (come tufo e calcestruzzo) non consentiti dalle linee guida del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale per il restauro delle strutture in pietra a secco della Puglia.

Dopo il sequestro del cantiere sono anche scattate le denunce per il proprietario dell’immobile, il direttore dei lavori ed il rappresentante dell’impresa edile, tutti indagati dalla Procura della Repubblica per reati di natura edilizia ed ambientale.


commenti

E tu cosa ne pensi?