Tari, Ancona chiede sospensione degli aumenti: “Servizio meno costoso, mossa ingiustificata”

/ Autore:

Ambiente, Politica


Questa mattina il candidato Sindaco, Franco Ancona, e i rappresentanti delle tre liste a suo sostegno (PD, Martina Visione Comune, SiAmo Martina) hanno protocollato una istanza al Commissario Straordinario del Comune di Martina Franca diretta alla sospensione della richiesta, da parte dell’Ente, degli aumenti di tariffa della tassa rifiuti (TA.RI). Si tratta, infatti, di aumenti di difficile giustificazione dal momento che il costo attuale del servizio rifiuti è ridotto rispetto a quello dello scorso anno. Da diversi anni in sede ATO della Provincia di Taranto (ambito territoriale ottimale che si occupa delle attività di recupero, riciclaggio e smaltimento dei rifiuti) da rappresentante legale del Comune di Martina Franca, Franco Ancona aveva sollevato dubbi sulla liceità delle tariffe applicate ai Comuni per il conferimento in discarica dei rifiuti indifferenziati.

A seguito della delibera da parte della Conferenza Stato-città ed autonomie locali, due giorni fa, l’Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti ha rideterminato, anche per gli anni precedenti, le tariffe per il conferimento dei rifiuti indifferenziati che porteranno ad un consistente risparmio di spesa per il nostro Comune. “Questo ulteriore elemento – ha dichiarato Ancona – rende ancor più ingiustificata la tariffa TA.Ri prevista dalla gestione commissariale che auspichiamo possa, nel più breve tempo possibile, definire l’esatta quantificazione del risparmio e nelle more non richiedere l’aumento ai cittadini. Abbiamo, inoltre, richiesto una revisione immediata del Regolamento comunale relativo alla Tassa per l’occupazione degli spazi e delle aree pubbliche (TOSAP)”.

Di seguito il testo integrale dell’istanza:

Presa visione della Delibera commissariale N. 19 del 24 marzo 2017 avente ad oggetto “Approvazione del piano finanziario 2017 del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti solidi urbani ed assimilati” nonché della successiva Delibera commissariale N. 21 del 30 marzo 2017 “Approvazione delle tariffe della tassa rifiuti (TA.RI) per l’anno 2017” abbiamo riscontrato un aumento nella determinazione della tariffa nonostante il costo attuale del servizio sia ridotto rispetto a quello dell’anno precedente. Considerato che con Decreto del Commissario ad acta dell’Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti N. 39 del 16 maggio 2017 sono state determinate le tariffe per il conferimento in discarica dei rifiuti indifferenziati prevedendo una riduzione che comporterà un risparmio di spesa per il nostro Comune.

Riteniamo opportuno che, nelle more della definizione dell’esatta quantificazione del risparmio, si sospenda la richiesta ai cittadini dei pretesi aumenti che non avrebbero alcuna giustificazione. In via subordinata si suggerisce di inoltrare ai cittadini la richiesta di pagamento di una sola rata, consentendo all’Amministrazione prossimamente eletta di provvedere al successivo assestamento. Analogamente riteniamo che la revisione delle aliquote della tassa per l’occupazione degli spazi e delle aree pubbliche (TOSAP) determinate con Delibera commissariale N. 13 del 22 marzo 2017 penalizzi le attività commerciali che specie in estate sono destinate a favorire l’afflusso turistico in particolare nel centro storico e nelle principali strade commerciali. Invitiamo ad accogliere l’istanza per una revisione immediata del Regolamento comunale nella parte in cui prevede la nuova suddivisione delle aree commerciali, venendo incontro a quanto già sollecitato dalle organizzazioni commerciali.


commenti

E tu cosa ne pensi?