Prevenzione dei reati. I risultati dei controlli dei Carabinieri di Martina Franca

/ Autore:

Cronaca


I Carabinieri della Compagnia di Martina Franca (Ta) hanno posto in essere una massiccia attività di prevenzione e repressione dei reati in genere che ha interessato tutta l’area territoriale di competenza:

Il servizio, infatti, si è articolato oltre che sulla città del festival anche sui comuni ricadenti nella giurisdizione, comprendendo quindi Grottaglie, Montemesola, Monteparano, Monteiasi, San Giorgio Jonico, Carosino e Roccaforzata ed ha visto impegnate tutte le Stazioni dipendenti dalla citata Compagnia ed il Nucleo Operativo e Radiomobile.

L’attività è iniziata con una attenta prevenzione dei reati contro il patrimonio, esperita per mezzo di serrati controlli su strada nei confronti di veicoli e soggetti in transito, in considerazione anche delle maggiori affluenze che caratterizzano il periodo estivo.

Nel corso del servizio, in esecuzione di Ordini di Carcerazione:

  • i militari della Stazione di Grottaglie, hanno arrestato un 30enne del posto dovendo espiare la pena di anni 2 e mesi 4  di reclusione in quanto riconosciuto colpevole del reato di incendio;
  • i militari della Stazione di San Giorgio Jonico, hanno arrestato, un 35enne del posto in quanto riconosciuto colpevole del reato di resistenza a Pubblico Ufficiale, ragion per cui sconterà un anno di reclusione;

entrambi all’esito delle formalità di rito sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Taranto

  • i militari della Stazione di Montemesola, hanno arrestato un 51enne del posto poiché riconosciuto colpevole dei reati di resistenza a Pubblico Ufficiale e contrabbando. Lo stesso dovrà scontare la pena di anni 1, mesi 1 e giorni 22, in regime di detenzione domiciliare.

Nell’ambito della medesima attività, 5 sono state le persone denunciate in stato di libertà per vari reati e più specificatamente: 1 per violazione della misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. alla quale era sottoposto; 1 per possesso di un coltello; 1 per inosservanza delle prescrizioni impostegli dal regime di arresti domiciliari al quale era sottoposto in quanto sorpreso in compagnia di persone estranee al proprio nucleo famigliare; 2 per guida in stato di ebbrezza alcolica.

Un minore, invece, è stato segnalato alla Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti, in quanto durante le operazioni antidroga esperite dai militari è stato colto in possesso di modiche quantità di marijuana.

Analoghi servizi saranno intrapresi nei giorni a venire.


commenti

E tu cosa ne pensi?