Ospedale. Fabiano Amati smentisce la chiusura: "Con Martina Franca non c'entra nulla".

Prima di iniziare la conferenza, l’assessore Fabiano Amati ha voluto precisare che Martina Franca non c’entra nulla con il nuovo ospedale che sarà costruito tra Fasano e Monopoli, all’altezza dello svincolo tra la statale 16 e la statale 172. Martina Franca non c’entra nulla, e non c’entra nulla la comunità martinese.

Ovvero: l’ospedale che si costruirà riguarderà il territori barese e brindisino. A Martina Franca ci pensi Taranto.

E per il nome, invece, che è stata la causa scatenante della polemica politica e del panico tra i cittadini, Amati ammette che è stato scelto un po’ troppo velocemente e che si può cambiare, facendo magari un referendum popolare.

A parte la polemica sul nome che è stata la causa scatenante, in maniera latente c’è la sensazione che i nostri rappresentanti istituzionali non siano in grado di sostenere le parti di Martina Franca. Sia da destra che da sinistra, i nostri tre consiglieri vengono spesso tacciati di non essere in grado di fare davvero pendere la bilancia a favore della città “capitale della Valle d’Itria“. Sarà un riflesso condizionato, ma è il giogo sotto il quale lavorano i politici in generale, che devono necessariamente prestare il fianco alle critiche e la sanità, si sa, lo abbiamo ripetuto così tante volte da aver perso il conto, è l’argomento migliore per far politica, per farsi campagna elettorale.

Dal nostro punto di vista di cittadini avere l’ospedale a Fasano, grande, efficiente, e perderlo a Martina Franca, non ci avrebbe rattristato più di tanto. Nella sanità, siamo convinti, contano i risultati, la qualità, e non la quantità. Certo, contano i km. Per arrivare stamattina a Monopoli ci abbiamo messo più di mezz’ora da Martina Franca, sfido qualsiasi urgenza a resistere così tanto. Eppure si può pensare alla qualità, ai costi di un posto letto, all’incidenza sul territorio, alla capacità di attuare politiche di prevenzione e di controllo.

Per ora l’emergenza è passata, almeno a fidarsi delle parola di Fabiano Amati. Vero è che i 500 milioni messi in campo per l’edilizia ospedaliera dallo Stato non sono ancora stati assegnati e, qualora lo fossero, sicuramente non basteranno per la costruzione di cinque ospedali di eccellenza.

E’ più probabile, dati gli ultimi fatti, che la conferenza di stamattina servisse solo a favorire la scelta dell’opzione “Fasano” qualora i soldi dovessero davvero arrivare. Anche perchè il vero assente, stamattina, era l’Assessore Attolini.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

2 risposte a “Ospedale. Fabiano Amati smentisce la chiusura: "Con Martina Franca non c'entra nulla".”

  1. Avatar Vito Pastore
    Vito Pastore

    Si trasferisca a Fasano. Visto che non tiene a cuore le sorti della sua città. Le consiglio di cambiare il nome alla sua testata in “Fasano news”. Magari ha così maggiori fortune. auguri.

    1. Avatar Massimiliano Martucci
      Massimiliano Martucci

      Grazie del consiglio, su cui rifletteremo. Per quanto riguarda le fortune, non possiamo lamentarci :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.