Ambulanti e staff. Chiarelli: "La giunta Ancona è demagogica e approssimativa"

/ Autore:

Politica


Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del Consigliere Regionale Gianfranco Chiarelli a proposito della vicenda fruttivendoli e staff. Non utilizza mezzi termini, il coordinatore cittadino del Popolo della Libertà, che affibbia gli aggettivi “demagogico” e “approssimativo” ad una giunta che finora ha fatto alcuni passi evidenti passi falsi.

Il consigliere dimentica però, come dato di fatto oggettivo, che la giunta Ancona arriva dopo dieci anni di inesistenza amministrativa, in cui Martina Franca è stata lasciata in balia di interessi ben poco pubblici. Risalire la china del non governo, i cui strascichi arrivano fino a noi, attraverso alcuni comportamenti consolidati anche dei cittadini, non è facile e la salita può essere fatta anche di passi nel vuoto. Non per questo bisogna giustificare gli errori di Ancona & Co. che su molti argomenti potrebbero mettersi in ascolto della città invece che intervenire con ricette già preconfezionate.

Ma ecco di seguito la nota stampa di Chiarelli:

Dopo il recente pronunciamento del Tar di Lecce, che ha sospeso la delibera dell’amministrazione Ancona sullo spostamento dei commercianti da piazza D’Angiò, il consigliere regionale Gianfranco Chiarelli, anche nella sua veste di coordinatore cittadino del PDL di Martina Franca, interviene sulla attività amministrativa del centrosinistra: “Il tribunale amministrativo regionale, che non è inebriato dall’apparente -e solo apparente- efficienza di questo centro-sinistra, ha bocciato con il suo provvedimento giurisdizionale di sospensiva, la politica dell’amministrazione Ancona per il commercio ambulante. Il primo grande impegno del Sindaco, una ordinanza, è già a rischio di fallimento. Non sappiamo come finirà nei gradi di giudizio successivi ma la sospensiva è una sconfitta politica immediata. Noi come opposizione abbiamo il dovere di stanare definitivamente un gruppo che dai suoi primi atti dimostra di non essere adatto alla guida della Città.” Proseguendo Chiarelli  parla anche della vicenda staff :”Possiamo parlare dello staff del Sindaco e dei curricula chiesti ai martinesi. Sono state illuse tante persone che ogni giorno presentano le loro credenziali, perché i posti sono già designati. Nei comizi elettorali dell’attuale Sindaco avevamo capito che il personale comunale andava capito per migliorare la posizione dei lavoratori e ci troviamo invece sulla soglia delle cause di lavoro contro il Comune. Pensavo -conclude il coordinatore cittadino del PDL- che dovesse servire più tempo perché qualcuno cominciasse a capire che le cose raccontate sono propaganda. Quando rivedremo i fruttivendoli in Piazza D’Angiò sarà chiara a tutti la prima grande figuraccia di questa amministrazione buona a parole, e nei prossimi giorni con lo staff arriverà l’altra che segnerà il definitivo risveglio dei martinesi dalle promesse della campagna elettorale.”

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?