IMU: L’amministrazione comunale mantiene l’aliquota più bassa

/ Autore:

Politica


Con 20 voti a favore (la maggioranza) e 7 astenuti (la minoranza), il Consiglio comunale di Ostuni ha deciso di mantenere inalterata l’aliquota Imu per la prima e seconda casa. 

La scelta è stata condivisa da tutta la maggioranza, in particolare dal Sindaco, Domenico Tanzarella che ha esternato in Consiglio Comunale tutta la sua soddisfazione : “Non penso di sbagliare” ha detto il Sindaco “ma noi faremo parte sicuramente di un 10% di comuni italiani che ha tenuto l’aliquota Imu allo standard, al minimo: 0,40 per e 0,70 tant’è che molti comuni si accingono, con tutte le scuse di questo mondo, ad utilizzare aliquote che addirittura vanno verso il massimo e cioè 1,06 che significa 3 punti in più. Questo è stato possibile, sino ad oggi, perché, a differenza di quello che si dice, l’utilizzazione delle risorse da parte del Comune di Ostuni è  frutto di un senso di equilibrio, di compostezza e di capacità che consentono, insieme ad una oculata ed equilibrata accertamento dell’evasione, di mantenere la tassazione Imu all’aliquota bassa. L’amministrazione Comunale di Ostuni ha indebitamento di mutui inferiori al 4% ed è  quindi un Comune che è già  all’avanguardia e anticipa le previsioni di riduzione del rateo del Governo nei comuni che sino ad oggi hanno raggiunto il 16% di indebitamento e di tante altre voci  che ci portano ad essere un comune virtuoso sul piano della produttività della stessa macchina amministrativa. Abbiamo ridimensionato anche gli interessi in caso di sanzioni e di interessi che erano stabiliti al 5%, portandoli agli interessi legali per non essere in competizione con istituti di riscossione che applicano gli interessi usurai nei confronti dei contribuenti”.

Soddisfazione è stata espressa anche da parte dell’assessore al Bilancio, Angela Matarrese: “Aver mantenuto le aliquote base nella imposizione IMU è un risultato che ci soddisfa pienamente poiché in tale maniera siamo riusciti a contenere, sotto tale profilo, i sacrifici che il governo centrale, anche in virtù della situazione generale, chiede alle famiglie italiane. Ciò è stato possibile grazie ad una gestione virtuosa dei conti che non è cosa che si improvvisa ma che ha caratterizzato il Comune di Ostuni negli ultimi anni”.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Ostuni


commenti

E tu cosa ne pensi?