Costituita l'equipe multidisciplinare per la prevenzione alla violenza su donne e bambini

/ Autore:

Società



Riceviamo e pubblichiamo:

Con Delibera del Coordinamento Istituzionale d’Ambito Martina-Crispiano n. 12 del 22 dicembre 2012 è stato recepito il Protocollo d’intesa per la costituzione, organizzazione e funzionamento dell’Equipe multidisciplinare integrata di Ambito per la prevenzione ed il contrasto alla violenza su donne e minori, tra Provincia di Taranto, Ambiti territoriali sociali e Asl di Taranto.

L’equipe integrata multidisciplinare, composta da un assistente sociale, uno psicologo di ambito e un dirigente psicologo distrettuale nominato dalla asl, rappresenterà lo strumento operativo della integrazione delle competenze e delle funzioni sociali e sanitarie. Sarà luogo di rilevazione, valutazione, protezione presa in carico sostegno ed aiuto delle situazioni di violenza alle donne e ai minori.

Raccogliere le segnalazioni, rilevare le situazioni sospette, valutare le eventuali necessarie azioni di protezione, segnalare alle autorità competenti situazioni di abusi sessuali, maltrattamenti e violenze, promuovere attività di sensibilizzazione sulle attività istituzionali di prevenzione e contrasto alla violenza mediante iniziative di comunicazione. Queste sono le finalità che l’E.M.I.dovrà attuare”- afferma l’Assessore alle Politiche Sociali, Donatella Infante -. Siamo il primo ambito della provincia ad approvare il Protocollo d’intesa a cui a brevissimo seguirà l’approvazione del protocollo operativo locale. L’equipe integrerà gli altri servizi attivi sul territorio a sostegno dei minori, come i centri diurni, e delle donne vittime di violenza come la casa rifugio, ampliando la rete di sostegno a favore dei soggetti più deboli e più fragili. Un atto doveroso ed improcrastinabile, rispetto ad una strage giornaliera (127 vittime nel 2010, 137 nel 201, 112 nel 2012) che vede troppe donne vittime innocenti di una violenza maschile definita in modo ancora più agghiacciante passionale”.


commenti

E tu cosa ne pensi?