12/12/12: il "giorno perfetto" aspettando la fine del mondo

/ Autore:

Società


Abbiamo anche noi deciso di unirci al gioco e vedere l’effetto che poteva generare. Siamo ancora vivi, è questo è già un dato positivo. Abbiamo voluto pubblicare esattamente alle 12.12 questo articolo, nel giorno “perfetto”, il 12/12/12. Una data che, ovviamente, in piena “psicosi” da imminente fine del mondo, non poteva che suscitare mille presagi, per lo più negativi, ovviamente, qualcuno però anche positivo e ben augurante. E così, in ogni dove, sul pianeta, sfruttando il tam-tam del web per garantirsi massima visibilità, ci si è davvero divertiti a inventarsi iniziative di ogni genere, da bagni ghiacciati in fiumi e laghi per la “purificazione” dell’anima a feste e parate di ogni tipo.

Con un occhio, ovviamente, alla cabala: 12 come i segni zodiacali, i santi Apostoli, gli dei dell’Olimpo. Manna per i giocatori e gli scommettitori. E in Valle d’Itria? Nulla di rilevante. Tutto tace in attesa del 21 dicembre data che (a cifre inverse) sancirà invece l’ora x della profezia Maya sulla fine del mondo. Ma, come abbiamo già avuto modo di evidenziare, proprio la splendida e amena valle dei Trulli potrebbe rivelarsi l’unico lembo di terra dove poter sfuggire alla “furia degli eventi”. E questo grazie alla presenza, nella vicina Cisternino, della comunità di discepoli del maestro indiano Shree Babaji che proprio in Valle d’Itria ha voluto edificare un suo santuario. Una interpretazione della profezia che sta già facendo il giro del mondo e che noi, per convenienza, ovviamente, non possiamo che dare per buona. Dunque, tra Cisternino, Martina Franca, Ceglie e Ostuni ci si prepara in silenzio in attesa del boom di presenze già confermata proprio per i “giorni dell’apocalisse”, dal 21 al 23 quando in valle giungeranno da ogni dove turisti e visitatori che hanno già preso d’assalto i centralini nelle reception delle principali strutture ricettive del territorio per la gioia, ovviamente degli operatori del settore e degli amministratori.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?