Il Centro di Salute Mentale e i suoi "Orti di Città"

/ Autore:

Società


MARTINA FRANCA: Il CSM (Centro di Salute Mentale) di Martina Franca, nella persona del Coordinatrice, Barbara Cavagnero, ha inoltrato al Comune di Martina Franca, nel 2009, istanza relativa all’utilizzo di appezzamenti urbani degradati e/o abbandonati per riutilizzarli come “Orti di Città“.

L’idea del CSM è quella di realizzare delle attività e dei laboratori per gli utenti del Centro Diurno, fuori dagli spazi del centro stesso. Questa è una possibilità terapeutica e riabilitativa in quanto gli stessi utenti diventerebbero i fautori di rinascita di uno spazio altrimenti abbandonato a se stesso.

Con Delibera di Giunta n. 225 del 29 novembre 2012, e pubblicata questa mattina sull’Albo Pretorio on line, è stato concesso, per tale scopo, un suolo di proprietà del Comune (Catasto Terreni al Foglio 90, p.lla 341). La Giunta condividendo l’iniziativa e sottolineando che “gli interventi necessari a rendere idoneo il fondo di che trattasi allo scopo richiesto dal Centro di Salute Mentale di Martina Franca sono a carico del suddetto“, a seguito di una verifica ha accertato la possibilità di poter concedere il suolo di proprietà comunale tramite la sottoscrizione di un contratto di comodato d’uso gratuito per un anno.

Unire terapia e rigenerazione urbana è come unire azione e risultato, massimizzare quello che è a nostra disposizione, il tempo, lo spazio, il denaro con delle azioni concrete.

I matti “più o meno ragionano tutti”, scriveva nel 1805 lo psichiatra francese Etienne-Dominique Esquirol. Hegel, il teorico della “Astuzia della Ragione” riteneva che un residuo di logica si ritrova persino nella più cupa manifestazione di pazzia.

Michel Foucault ha affermato che proprio grazie alle parole di Esquirol o Hegel prende piede il sospetto che il confine tra Ragione e Follia non sia poi così netto. La strategia del ricovero non tanto per guarire il “malato”, ma per difendere la società da una “ragionevole repressione”  è ormai, fortunatamente, una “terapia” antica. Forse questo ha spinto il CSM di Martina a non rinchiudersi nei propri spazi cercando la terapia migliore al di fuori, offrendo al mondo i suoi “Orti di Città”.


Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?