Patrizio Mazza: "Due pesi e due misure per Martina Franca e Statte dopo il tornado"

Durante il Consiglio Comunale di ieri sera Franco Ancona, sindaco di Martina Franca, nel suo intervento conclusivo ha voluto informare il Consiglio e la città sull’approvazione dell’emendamento di un finanziamento di 400 mila euro, richiesto in Regione da Donato Pentassuglia, in seguito alla richiesta,  con Delibera di Giunta n. 229, dello stato di emergenza per causa di calamità naturale.

Si chiedeva l’ assegnazione di adeguate risorse finanziarie per fronteggiare le spese correlate all’evento straordinario (il Tornado che ha colpito il nostro territorio lo scorso 28 novembre ndr) e per il ripristino delle normali condizioni di vivibilità.

Questi 400 mila euro andranno a coprire in parte i costi delle riparazioni per strutture pubbliche e private, nonostante una prima stima dei danni, che riguardava le sole strutture pubbliche, si aggirava intorno alle 500 mila euro (qui un nostro articolo in merito). Ma in Regione c’è chi non è contento.

In una nota stampa il consigliere Patrizio Mazza dichiara: “Due pesi e due misure per Martina Franca e Statte dopo il tornado“.

In Consiglio Regionale c’è stato l’esame delle “Disposizioni per la formazione di bilancio di previsione 2013 e bilancio pluriennale 2013 – 2015 della Regione Puglia” al cui interno all’art. 13 – Misure finanziarie previste per il Comune di Statte – è inserito lo stanziamento di 2 milioni di euro per fronteggiare i numerosi danni provocati dal tornado abbattutosi lo scorso 28 novembre sulla comunità stattese.

Vale la pena di precisare che i due milioni di euro – si legge nella nota stampa del Consigliere Regionale – riguarderebbero i danni del Comune e quindi di strutture comunali : es scuole, pali della luce, strade e quant’altro per le quali si attende che il Governo riconosca lo stato di emergenza, che dovrebbe esulare, in quanto a attribuzione di finanziamenti, dai diktat della spending review. Il sottoscritto – continua Mazza – appoggiato dal consigliere de “La Puglia per Vendola” Laddomada ha provato ad inserire un emendamento aggiuntivo per Statte che prevedesse la somma di 1.500.000,00 euro per i danni subiti soprattutto dai privati a causa dell’evento di calamità naturale. In questo senso c’è stata la convergenza di tutta la componente di SEL e del centro destra sull’emendamento, ma invece si è verificata una strenua opposizione della Giunta Regionale alla quale si è accodato il Pd ed il resto dell’Aula, fino a quando il presidente del Consiglio lo ha giudicato inammissibile.

Due pesi e due misure per Martina Franca e Statte secondo Patrizio Mazza che critica la scelta del presidente del Consiglio soprattutto alla luce, dichiara Mazza nella nota: “Che poco prima un emendamento presentato da Pentassuglia della somma di 400.000,00 euro per danni subiti da Martina Franca a causa della medesima calamità sia stato approvato sia per strutture che infrastrutture private. La deduzione che faccio, condivisa anche da altri colleghi che hanno appoggiato il mio emendamento, è che vi siano appunto “due pesi e due misure” per le due comunità e che politicamente questo atteggiamento debba essere attentamente considerato“.

Secondo Mazza il problema non è nell’impossibilità di reperire i finanziamenti, ma di strategie politiche. Quali non si sa: “scelte che non è dato conoscere a tutti” – afferma.

L’assessore Pelillo aveva sollevato il problema dicendo che l’emendamento avrebbe dovuto essere presentato in commissione per poterlo studiare ma in realtà in commissione non c’è stata alcuna possibilità di presentare emendamenti bensì solo di esprimere un parere consultivo in merito alla legge di bilancio.

Accade che – conclude Mazza –  purtroppo i cittadini di Statte dovranno attendere che il Governo manifesti lo stato di emergenza ed auspico che successivamente, dopo codesto riconoscimento, sia disposto immediatamente un finanziamento ulteriore considerati i danni immani patiti dalla popolazione“.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

[newsletter_form type="minimal"]

Commenti

2 risposte a “Patrizio Mazza: "Due pesi e due misure per Martina Franca e Statte dopo il tornado"”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.