Elezioni: nel centrodestra forse due candidati martinesi

/ Autore:

Politica


MARTINA FRANCA – Il centrosinistra in Puglia è dato in vantaggio: Partito Democratico e Sel insieme superano il 40%, mentre il Pdl non arriva al 20%. Anche il Movimento 5 Stelle avrebbe un buon piazzamento. Secondo il sondaggio di Scenari Politici la partita sarebbe praticamente fatta per il centrosinistra, nonostante in Puglia si sia registrato il più importante dissenso rispetto alla gestione delle primarie e del partito (v. autosospensione Amati – Mennea – Pentassuglia). Ma se il centrosinistra parte avvantaggiato in Regione, a Martina Franca non si può dire lo stesso. Nessun locale infatti è candidato nelle liste di Sel o del Pd, a differenza invece del centrodestra i candidati potrebbero essere addirittura due.

Andiamo con ordine. Ieri sera Angelino Alfano posta sul suo profilo Twitter il documento approvato dall’Ufficio di Presidenza del Popolo della Libertà. Si potranno candidare solo chi ha già fatto tre legislature (o meno di quindici anni) e chi non ha intenzione di candidarsi alle regionali. Inoltre non devono superare i 65 anni di età.

 

Lino Nessa, senatore del Pdl, rientrerebbe negli elegibili, essendo in Senato da meno di quindici anni, e questo in qualche maniera impedirebbe la candidatura di Gianfranco Chiarelli, papabile in partenza per Roma, che rimarrebbe sul territorio a dare battaglia a Bari, magari aspirando all’assessorato, in vista di una possibile vittoria del centrodestra a via Capruzzi.

L’altro possibile candidato è Pino Pulito, il più votato consigliere di Martina Franca, pronto a mettere il suo nome nella lista di Giorgia Meloni Fratelli d’Italia, alleata di Berlusconi, ma critica, tanto da auspicare un possibile passo indietro dell’ex premier.

Ma in Puglia, come al solito, toccherà a Raffaele Fitto dire l’ultima parola.

 

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?