Finanziamenti europei. Come li ha spesi Martina Franca

MARTINA FRANCA – Millecinquecento euro a testa di finanziamenti europei ai cittadini martinesi. Questo è quanto dovrebbero aver fruttato i 417 progetti presentati che hanno realizzato, in tutto, oltre settantotto milioni di euro di finanziamenti. Questo emerge dai dati raccolti da Open Coesione, un sito web che monitora in che modo vengono spesi i soldi dei finanziamenti europei in Italia.

Il dato pro-capite non è altissimo, ma è sicuramente più alto della maggioranza della media pugliese, segno che, anche se non si vede a Martina Franca quello che si fa spesso non viene raccontato e quindi è come se non si facesse nulla.

Settantotto milioni, quindi. Di cui quasi la metà derivanti dal finanziamento per la quarta corsia sulla statale 172 (qui la scheda).

Ma i fondi europei hanno finanziato diverse iniziative. Dalla Basilica di San Martino, che è costato oltre un milione e seicentomila euro, ai Laboratori Urbani Arte Franca, costati invece seicentoquarantuno mila euro. Si passa quindi al sistema di videosorveglianza del Comune, di cui abbiamo già ampiamente parlato (il cui progetto è stato affidato al progettista ad agosto).

Questo per dire due cose. La prima è che le nuove tecnologie ci permettono di elevare il livello di trasparenza della spesa pubblica al fine di monitorare il modo in cui vengono utilizzati i soldi e a chi vanno. La seconda è che evidentemente Martina Franca è più attiva di quanto possiamo, presuntuosamente, credere. Il dato dei progetti finanziati indica quanto la città sia capace di trasformare le idee in progetti e quindi in finanziamenti.

Forse stiamo meglio di quanto pensiamo.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

2 risposte a “Finanziamenti europei. Come li ha spesi Martina Franca”

  1. Avatar pino fedele
    pino fedele

    concordo con l’autore in quanto anche io sono piacevolmente sorpreso che a Martina si siano convogliati una importante quota di finanziamenti.
    Si dovrebbe dare maggiore risalto anche a questi indicatori per misurare l’azione amministrativa non solo comunale ma anche provinciale e regionale. Si potrebbe anche affiancare una più massiccia comunicazione e divulgazione dei finanziamenti destinati ai privati in modo da coinvolgere e far partecipare tutti i soggetti attivi nel territorio.

    Un bel sito sicuramente Open Coesione!

  2. Avatar pino fedele
    pino fedele

    concordo con l’autore in quanto anche io sono piacevolmente sorpreso che a Martina si siano convogliati una importante quota di finanziamenti.
    Si dovrebbe dare maggiore risalto anche a questi indicatori per misurare l’azione amministrativa non solo comunale ma anche provinciale e regionale. Si potrebbe anche affiancare una più massiccia comunicazione e divulgazione dei finanziamenti destinati ai privati in modo da coinvolgere e far partecipare tutti i soggetti attivi nel territorio.

    Un bel sito sicuramente Open Coesione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.