Calcio a 5: All' Olympique Ostuni il derby contro la Real Five

/ Autore:

Sport



L’Olympique vince per 6-2 il terzo “Classico di Ostuni” confermando la supremazia cittadina nei confronti dei cugini del Real Five sempre battuti quest’anno. Reduce dall’ottimo pareggio ottenuto a Francavilla la squadra ha affrontato serenamente la settimana preparando la madre di tutte le partite senza farsi condizionare dai due precedenti a favore(5-1 in Coppa Puglia e 8-6 nella gara di andata di campionato). Il risultato rispecchia quanto visto sul campo, con l’Olympique vogliosa sin dal primo istante e una Real Five dietro la linea della palla pronta a sfruttare il contropiede. Iaia manda in campo Di Bari, Saponaro, Giandonato e Quartulli sui lati e il capitano Sgura pivot. L’Olympique parte forte, Quartulli potrebbe portare subito in vantaggio i suoi ma dopo essersi liberato in modo magistrale spreca svirgolando la conclusione. Poco male perchè poco dopo da una confusione in area Real Five il pallone arriva a Giandonato che scarica in porta per l’1-0. Non demorde la Real Five che approfitta delle disattenzioni dei cugini per ribaltare le azioni ma non riesce mai ad impensierire seriamente Di Bari. Qualche ostruzione di troppo rischia di innervosire il match ma l’arbitro è bravissimo a tenere in pugno la situazione e non si registrano particolari episodi di scorrettezza. L’Olympique potrebbe allungare il bottino ma dopo ottime trame non trova mai lo spunto giusto per mettere il pallone alle spalle di un ottimo Rizzotti. Giandonato di testa prende il palo, in altre due occasioni non trova il tap-in sul secondo palo di un soffio ma a furia di insistere arriva il 2-0: perfetta la combinazione tra Parisi e Sgura con l’uno-due che permette al capitano di battere a rete bucando Rizzotti. La Real Five non ci sta e inizia a insistere. Scarnera è il più pericoloso dei suoi cercando le combinazioni veloci imbucando per Pecere con sorprendete facilità. Da una combinazione simile arriva il gol giallo-blu ed è proprio Pecere con un movimento di rapina ad accorciare le distanze. Si va al riposo sul 2-1 con la gara ancora aperta. Suona la carica Iaia nell’intervallo trasmettendo energia alla squadra che torna in campo con l’obiettivo di chiudere il conto. Sugli sviluppi di una punizione prima Saponaro e poi Parisi vengono respinti dalla difesa giallo-blu ma è di Nacci la conclusione imparabile che finisce nel sette. 3-1 ed esultanza con tanto di mitragliata del giovane under ostunese. L’Olympique ora è in controllo, Sgura dopo aver superato due avversari batte a rete ma trova il palo, Parisi insegue tutto ciò che si muove ma arriva con un secondo di ritardo sul secondo palo. La Real Five però non è ancora doma e il solito Scarnera si procura e realizza un calcio di punizione al limite dell’area. Sul 3-2 può ancora succedere di tutto e infatti le squadre si affrontano a viso aperto ma mentre l’Olympique è un coro di interpreti la Real Five è troppo Scarnera-dipendente e basta tenere Calò sulle sue tracce per limitarne la pericolosità. Saponaro è la solita furia; contrasta,organizza e riparte con invidiabile lucidità e sarà proprio lui a trovare il 4-2 con una potente conclusione dalla distanza.Il 5-2 che sa di ipotetica parola fine sull’incontro è ancora ad opera di Giandonato che festeggia con la doppietta la sua ottima prova. La Real Five prova la mossa disperata inserendo ancora Pecere come portiere in movimento per schiacciare i cugini nella propria metà campo. Sgura è lesto a intercettare un passaggio e a tirare nella porta sguarnita trovando il 6-2. Fine delle emozioni? No perchè l’Olympique commette il sesto fallo dando l’occasione ai rivali di segnare il terzo gol accorciando il passivo. Sul dischetto del tiro libero si presenta Scarnera che si trova difronte Menna, subentrato a Di Bari negli ultimissimi minuti. E’ bravissimo il giovane under a ipnotizzare il numero 10 regalando l’ultimo boato di giornata a compagni e tifosi che festeggiano la parata come un gol.

Finisce con l’inevitabile festa di giocatori, tifosi e staff per una vittoria meritatissima in una partita dai significati speciali e che mantiene l’Olympique nelle zone calde della classifica. Prosegue il ciclo di fuoco per la giovane squadra ostunese che sabato prossimo andrà a far visita all’Oriental Five Martina che segue a un solo punto. Il primo di tre scontri determinanti(Team Ginosa e Johnny Frog le altre due avversarie) che diranno davvero chi è l’Olympique Ostuni.

Il resto del programma di questa 17^ giornata vedeva vedeva altri due scontri importanti: nel primo l’imprendibile Futsal Cisternino conquista 3 punti sul campo del Johnny Frog ipotecando la C1, nell’altro il Futsal Francavilla strappa l’ennesimo pareggio sul difficile campo di Putignano. Da segnalare anche l’imponente successo dell’Oriental Five Martina che si fa beffe del Tsz schiantandolo con 13 gol.

 

RISULTATI 17^giornata

Jonny Frog – Futsal Cisternino 4-6

New Team Putignano – Futsal Francavilla 4-4

Olympique Ostuni – Real Five Ostuni 6-2

Tsz – Oriental Five Martina 1-13

Futsal Lecce – Virtus Castellaneta 10-3

Cocoon Fasano – Team Ginosa 4-5

Futsal Messapia – Virtus Conversano 9-4

CLASSIFICA

Futsal Cisternino 47, Futsal Messapia,Futsal Francavilla 36, Olympique Ostuni, Team Ginosa* 32, Oriental Five Martina 31, Jonny Frog*,New Team Putignano 30, Real Five 16, Cocoon Fasano 15, Virtus Castellaneta 13, Virtus Conversano 11, Futsal Lecce 10, Tsz 3

* una gara in meno

Christian Greco

ASD Olympique Ostuni


commenti

E tu cosa ne pensi?