Dal 12 dicembre nessuna risposta. Ancona scrive di nuovo alle Poste Italiane

ufficio-postale-martina-franca-3

MARTINA FRANCA – Il sindaco Franco Ancona scrive a Domenico Minicucci, delle Poste Italiane, riguardo la prevista chiusura degli uffici postali nel Centro Storico e nella Contrada Motolese. Il 12 dicembre scorso il sindaco scrisse una lettera a cui non è stata data nessuna risposta.

Scrive il sindaco: “Non ho avuto riscontro formale alla mia lettera del 12 dicembre u.s. con la quale auspicavo una revisione della decisione di Poste Italiane di delocalizzare l’ufficio del Centro Storico il quale registra, a tutt’oggi, una notevole affluenza di utenza che, nel corso di una recente visita all’agenzia, mi ha rappresentato la forte apprensione per la paventata chiusura dello sportello.

Ci saremmo aspettati una maggiore attenzione atteso che, per oltre dieci anni, l’Amministrazione Comunale si è fatta carico di contribuire all’apertura degli sportelli consentendo a Poste Italiane di avere un onere del tutto simbolico nonostante l’evidente redditività degli stessi.

Continuo ad auspicare un intervento per venire incontro alle esigenze di una vasta parte della cittadinanza che attualmente soffre un evidente e grave disagio e rimango in fiduciosa attesa di un suo riscontro”.

Nei giorni scorsi il consigliere Palmisano, ha sottolineato come ormai i tagli hanno reso la situazione, nella contrada Motolese “insostenibile”.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.