DueEsse Basket: Superato l'ostacolo BBC Bernalda

fortitudo-logoMARTINA FRANCA –  Il Martina supera Bernalda e resta ancorata in piena zona play off. Meneguzzo deve fare a meno di Raskovic infortunato che assiste dalla tribuna. Chinellato, invece, trova spazio nel quintetto iniziale guadagna minuti importanti dopo una buona prestazione complessiva. Come buona è stata la prova dell’intera panchina. E con la guarda alta, si prepara al derbissimo con il Bisceglie. Chienellato nel quintetto, Raskovic infortunato in tribuna Prima parte insicura, la partita è ingessata per 5’ . Il ritmo è scandito dopo la bomba di Maggi che segna la prima linea di demarcazione dagli ospiti 11-6. Lasorte sale in cattedra al posto di Maggi: 13-9 che diventa 15-12 all’ 8’ con Martino. Dalla mattonella dei 6.75 Ginefra acciuffa il primo sorpasso ospite + 2 a 22’’ dalla fine.

Il secondo periodo è lo specchio dei primi dieci minuti: la reazione che sblocca il risultato, impantanato su vantaggi alternati, passa
dalle mani di Bazzoli che desta la squadra con una tripla: 26-19 al 15’. Bernalda è attento soprattutto nelle occasioni sotto canestro con
Filloy 26-24. Graziani si porta a spasso la difesa di Martone e Carricchiello diventando incisivo al momento opportuno +3 che diventa
+6 su assist di Martino (33-29 al 9’). Lasorte dalla lunetta fa tirare il fiato (37-31) e manda tutti negli spogliatoi Chinellato macina chilometri e mette la sua firma sul tabellone 42-35 al 24’. Il Martina prende in mano la partita: Maggi firma un rassicurante +14 (49-35 al 25’). Cresce anche l’intensità difensiva martinese che chiude tutte gli spazi per ogni penetrazione a Russo, e attacca con i suoi giovani gioellini Lasorte e Masocco: 53-37 al 27’. Il Bernalda trova in Carrichiello e Filloy punti che danno respiro 57-45 al 29’.
Nell’ultimo periodo il Bernalda è più prepotente e si spinge in avanti con Filloy alla ricerca spasmodica di rimarginare la falla: 63-50. Russo si fionda da solo in contropiede ma Chinellato è veloce come un’antilope e toglie “le castegne dal fuoco”. La rincorsa dei lucani
passa dalle mani di Russo ma non basta: Dip mette al sicuro il risultato 79-71 al 39’.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.