Papa Francesco. Il messaggio di auguri di monsignor Santoro

Papa-Bergoglio-300x209Il vescovo di Taranto in Brasile, Papa Francesco in Argentina. Si conoscono, pare, dal 1996, galeotto fu un convegno di teologia. Sono amici, ma non sono in confidenza, come racconta la Gazzetta del Mezzogiorno. Il Vescovo Filippo ha comunque scritto una lettera indirizzata al nuovo Vescovo di Roma, con cui invoca (come scrive il suo ufficio stampa) la protezione della Madonna della Salute, a venerata nell’omonimo santuario della Città Vecchia, per anni affidata alla cura pastorale dei gesuiti, copia fedele della Virgo Salus Populi Romani, che proprio questa mattina il Santo Padre ha voluto venerare. Dopo la menzione del nostro Patrono San Cataldo, monsignor Santoro ha voluto ricordare il santo grottagliese Francesco de Geronimo, nostro conterraneo, gesuita e omonimo del Papa.

[quote align=”center” color=”#999999″]

Beatissimo Padre,

pieno di gratitudine e di letizia per il dono della Sua persona come vescovo di Roma e Pontefice della Chiesa universale, desidero farLe giungere l’abbraccio di tutta la Chiesa di Taranto.

Ci ha subito conquistato la Sua semplicità evangelica che comunica la presenza di Cristo, buon Pastore, fonte di speranza per tutti e amico dei poveri. Questa terra del Sud, ferita da tanti problemi, che affliggono la salute, compromettono il lavoro e rendono incerto il futuro, guarda a Lei con fiducia.

Sin dal primo istante Le manifestiamo la nostra totale obbedienza desiderosi di mettere in pratica il Suo magistero, che già ci richiama all’essenzialità del Vangelo, allo slancio missionario ed alla solidarietà con tutti gli uomini.

Invochiamo sul Suo pontificato la protezione della Madonna della Salute, venerata nel cuore antico della città di Taranto, di San Cataldo, patrono della diocesi, e di San Francesco De Geronimo, santo gesuita della nostra terra, che ha il Suo stesso nuovo nome di Pontefice.

 

[/quote]

(fonte foto: elezionepapa.it)

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.