Harlem Shake. Dagli Usa a Vasco Rossi. Passando per Martina Franca

/ Autore:

Cultura, Società


harlem shake primo videoLo schema si ripete all’infinito: un pazzo con una maschera di carnevale o con un casco da motociclista irrompe in un ambiente normale, un ufficio, un bar, addirittura una caserma, e inizia a ballare come se l’avesso “morso la tarantola” poi, al grido:

con los terroristas

tutti i presenti iniziano a ballare come il primo pazzo, magari mascherati, infilati in sacchi a pelo, dando craniate al muro, a testa in giù.

Ecco l’harlem shake, una moda del momento, un video virale, ma più precisamente un internet meme, ovvero un oggetto (in questo caso, un video) che si è trasmesso di testa in testa fino ad arrivare, in poco più di due mesi, a toccare tutto il mondo. In pratica (come potete vedere nei video qui sotto) tutto dura pochissimi secondi e si svolge come abbiamo raccontato prima. La musica è quella di Harlem Shake, un pezzo di un dj e produttore statunitense che si chiama Bauuer. Fu rilasciato online, gratis, a maggio del 2012, quasi un anno fa, ma il vero successo è stato ottenuto a fine febbraio di quest’anno, quando Filthy Frank, un vlogger (un blogger che utilizza i video come piattaforma) pubblicò la prima versione di questo video (o di questo meme, se vogliamo definirlo più precisamente).

Immediatamente un gruppo di ragazzi australiani, conosciuti come The Sunny Coast Skate, pubblicarono, lo stesso giorno, una sorta di video-risposta a quello precedente, definendone, possiamo dire, il canone, la forma definitiva, che poi, nel giro di due mesi avrebbe in maniera epidemica, invaso il mondo, facendo dimenticare in breve tempo il Gangnam Style (chi se lo ricorda?), financo a contagiare Vasco Rossi.

Il video ha tutte le caratteristiche per divenire virale: è semplice, breve e soprattutto implica il divertimento di chi lo realizza. Il virus è arrivato anche a Martina Franca. Abbiamo selezionato per voi una serie di video realizzati nella nostra cittadina (ben dodici) che possono darvi un’idea di come il fenomeno sembri inarrestabile (ma in realtà scomparirà in pochissimo tempo). I video sono ambientati in piazza, o in alcuni appartamenti, oppure nelle scuole. Uno addirittura con gli attori mascherati da personaggi del Vangelo.

Eccoli di seguito tutti i video Harlem Shake girati a Martina Franca:


commenti

E tu cosa ne pensi?