Centro Storico. Cosa si diceva vent'anni fa

/ Autore:

Società


degrado-centro-storico-martina-francaMARTINA FRANCA – Con la bella stagione in arrivo il tema di discussione più gettonato sarà sicuramente il turismo e con esso, ovviamente, il Centro Storico (non che ora non se ne parli, ma il volume è destinato ad aumentare).

Il dibattito in corso vede il fronteggiarsi di due diversi gruppi, se così possiamo definirli, le cui opinioni sono in qualche maniera polarizzate da una questione dirimente, collaterale al dibattito, ma in qualche maniera simbolica: automobili sì o automobili no. Ovviamente di maggiore importanza è la questione riguardo il futuro urbanistico, ma essendo il tema di una certa complessità, che non può esaurirsi in un articolo, preferiamo trattare la questione delle automobili. Le scuole di pensiero, appunto, sono due, o meglio, sono almeno due. La prima è oltranzista: niente auto. La seconda è liberista: auto come se fosse Monza (l’autodromo). In mezzo coloro che dicono “Auto sì per scaricare, ma una per famiglia e a determinati orari” e i commercianti divisi anch’essi tra chi individua il problema del commercio nell’impossibilità di arrivare con l’auto nel Ringo e chi invece vorrebbe che il Centro Storico fosse bomboniera.

Non avendo dati precisi su cui affidarsi, possiamo fare riferimento alla ricerca di Amendola, un professore dell’Università di Bari e anche di quella di Firenze, che ai tempi di Bruno Semeraro fece una ricerca. Il risultato, supportato non solo dai dati, ma anche dalla logica che invitiamo ad usare quando si trattano questioni del genere, è che la parte antica di Martina Franca è frequentata da diverse categorie di cittadini e, soprattutto, al degrado evidente di molte sue parti, si contrappone l’abitudine antica di essere il “salotto” di Martina Franca (almeno il Ringo, quello che viene dopo non troppo). Il Centro Storico è, volendo o meno, una questione che sta a cuore a tutti.

Tutto sul Centro Storico di Martina Franca

Da tempo la nostra testa si occupa di raccogliere quante più informazioni, quante più opinioni o documenti riguardo il Centro Storico di Martina Franca, per riuscire a tracciare un quadro dello stato dell’arte e magari suggerire prospettive future. Tra le due schiere “No Auto” – “Sì Auto”, per ora preferiamo sfilarci e chiederci “Perchè l’auto?” e affidare alle risposte l’incarico di indicare la strada.

Nel frattempo, però, continua a ricercare e pubblicare tutto quanto possa essere utile al dibattito. Ecco, quindi, di seguito, i suggerimenti di Martina Libera e Solidale, datati 1993.

 

Documento programmatico Centro Storico – Martina Libera e Solidale by ValleditriaNews


commenti

E tu cosa ne pensi?