Violenza in centro. Il musicista Jyrki Pirttimäki: "Tornerò a suonare, perché mi piace Martina"

/ Autore:

Cronaca


Camera 360Si chiama Jyrki Pirttimäki, nato a Kauttua, Länsi-Suomen Lääni, in Finlandia, l’artista di strada aggredito sabato sera in pieno centro da un gruppo di persone.

Jyrki è  un uomo di 45 anni, musicista, da due settimane suona tra Martina Franca e Taranto girando le strade dei centri storici con il suo Il kantele, uno strumento a corde tipico delle nazioni del Nord Europa. In Finlandia è lo strumento musicale nazionale. La sera del 7 aprile aveva scelto di fermarsi a Martina perché, da quanto ci ha raccontato, gli piaceva suonare nella nostra città e per fortuna, dopo quanto accaduto, non ha cambiato idea.

Intorno alle 11 di sera un gruppetto di ragazzi, secondo alcune prime indiscrezioni e secondo quanto descritto da Jyrki erano ragazzi di 30 anni, si sono avvicinati al musicista e, soprattutto due di loro, fingendo di lasciargli qualche spicciolo hanno rubato dei soldi dall’interno della custodia del suo strumento che funge da cappello per le offerte dai passanti. Ovviamente, sentendosi derubato, Jyrki ha inseguito i ragazzi che, una volta raggiunti, hanno iniziato a picchiarlo rompendogli, tra l’altro, le corde dello strumento.

Jyrki ha un occhio nero, gonfio e completamente pieno di sangue, la guancia destra gonfia e un po’ di escoriazioni sul volto, ma è sereno, da buon finlandese. Qualcuno sa chi è stato, ora si attendono solo gli sviluppi delle indagini che a quanto pare verranno supportate, anche, da immagini video riprese dalle telecamere installate nella zona. da alcuni commercianti.

Qualcuno ha provato ad abbozzare delle prime ingenue giustificazioni sull’accaduto: “erano ubriachi”, “volevano scherzare”, “solo una bravata”. Ma per noi di Martina News l’accaduto è semplicemente da condannare, l’ubriaco è solo un uomo che decide di alterare il suo stato, volontariamente, tutto quello che ne consegue, soprattutto gli atti di violenza, non sono quindi giustificabili dando la colpa ad un bicchiere di troppo.

Dicevano che era uno scherzo – afferma Jyrki durante il nostro incontro -. Ma se rubi dei miei soldi non ti devo inseguire? Che ne so io che stai scherzando. Ora mi prendo qualche giorno di riposo, anche perché non mi piace suonare in queste condizioni – e ci indica l’occhio gonfio -. Non voglio credere che questa sia la normalità, tornerò a suonare in centro a Martina, senza problemi, perché mi piace“.

Una storia triste, una vicenda che vorremmo non fosse accaduta e che speriamo non accada più, ma purtroppo a Martina l’arroganza sembra prendere piede. In alcune città, anche della Puglia, esistono dei regolamenti comunali per gli artisti di strada, con l’assegnazione di postazioni fisse, magari con delle telecamere di sorveglianza, che assicurano a tutti gli artisti di strada una maggiore sicurezza.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


5 Commenti

E tu cosa ne pensi?


Commenti

  • maurizio ha detto:

    bravissimi, avete fatto bene a riportale tale comportamento da parte di idioti. Pensate che la notizia l’ho appresa da un mio cugino che vive a Bologna e che, quest’estate ha avuto il piacere di passare una settimana nella nostra cittadina con piacevoli commenti al ritorno nella sua città. Povero Jyrki, vittima inconsapevole dell’insulsa stupidità umana. BRAVISSIMI

  • Emanuele Copertino ha detto:

    Grazie, non vorremmo mai raccontare fatti di cronaca, ma purtroppo esiste anche questo a Martina.

  • Fernando Bevilacqua ha detto:

    Purtropoo l’Italia è piena di imbecilli;se poi questo succede nella mia regione,sono addolorato e confuso.Cosa pensano di noi,nel mondo inetero?Siamo alla pari dell’India.

  • Marika Franchini ha detto:

    Diamola a Jyrki la cittadinanza onoraria! Visto che è legato davvero a Martina (a differenza di Saviano)…

  • Michele Fumarola ha detto:

    Domani quando incontriamo il bravo Jyrki siamo generosi nelle offerte, così dimostriamo che a Martina non ci sono solo imbecilli ma gente brava che apprezza il so talento.