Play off: Assi Basket Ostuni – Madogas Natural BNB 83 – 89

/ Autore:

Basket, Sport


C’è  voluto un  over time per decretare la vincente di questa gara con la corazzata barese che ha dovuto faticare e sudare più del previsto contro un Ostuni che ha venduto  cara la pelle prima di arrendersi contro la più quotata  formazione e contro un arbitraggio che ha lasciato molto a desiderare condannando alla sconfitta i ragazzi di coach Romano. Dopo il primo atto dei quarti di finale dei play off  dove la corazzata barese si era imposta su Morena e compagni con un perentorio + 29  concedendo non molto ai gialloblu anche se per tre quarti di gara avevano tenuto testa alla capolista del campionato mollando solo nell’ultimo quarto di gara dove hanno inciso alcune ingiustificate decisioni arbitrali, si tornava sul rettangolo di gioco e questa volta teatro del secondo atto il Pala Gentile di Ostuni per giocarsi questi 40’ minuti di gioco che forse potevano decretare il passaggio del turno oppure far ricorso alla terza partita nuovamente al Pala Colombo di Ruvo.

Per ottenere un risultato positivo la compagine della città bianca doveva ritrovare le percentuali delle gare con  Scauri e Trapani e la fiducia nei propri mezzi e naturalmente trovare le giuste soluzioni per bloccare gli attacchi dei baresi e non rimanere imbrigliati alla zona ben preparata da coach Cadeo nella prima gara dei play off che ha permesso all’Ostuni di mettere a referto solo 45 punti; insomma una gara che gli ostunesi potevano giocarsi con la corazzata biancoarancio se giocata con tanto cuore e grinta come in altre gare hanno fatto.

Il  Match

Alle 20,30  alla presenza di circa 300 tifosi sugli spalti di cui circa una trentina giunti al seguito degli ospiti con il gruppo di “Quei Bravi Ragazzi” con un tifo  assordante, i due quintetti danno inizio a questo secondo atto con i padroni di casa che vanno a schierarsi con Bonacini, Morena, Margio, Fin e Bartolucci, i ragazzi di Cadeo rispondono con Stella, Ferraro, De Angelis, Corral e Zaccariello, possesso ospite ma l’attacco finisce con un fallo di Corral. Fin riscalda subito la gara con una tripla con Stella che va a canestro dall’area seguito da una tripla di Zaccariello; Bonacini dalla lunetta riporta Ostuni in parità e la gara si fa subito vibrante ed aggressiva con i due quintetti a darsi battaglia sul rettangolo di gioco. Morena dopo 4’ minuti di gara lascia la contesa perché gravato di due falli personali e Romano lo sostituisce con Nata;  Stella trova la tripla del + 5 e la Madogas prova un allungo nei confronti dei padroni di casa ma Fin colpisce ancora la retina ospite dalla lunga distanza per il – 1 gialloblu e coach Cadeo chiama time out. Termina il primo periodo con gli ospiti avanti di tre lunghezze. Il secondo periodo di gara si apre con un canestro di Ancellotti, Ostuni cerca di rispondere ma in fase offensiva i padroni di casa sbagliano qualche canestro di troppo sino alla tripla di Bartolucci dopo 3’ minuti di gioco; sugli spalti si fa sentire l’incitamento a Morena e compagni e Bartolucci trova nuovamente la tripla. Il Pala Gentile diventa una bolgia per le successive triple di Bonacini e  Bartolucci che portano i padroni di casa sul + 3 con la Madogas ad inseguire ed in difficoltà contro il cuore gialloblu; Zaccariello però trova la tripla del sorpasso che permette agli ospiti di rimettere la testa avanti a 50”  secondi dall’intervallo lungo e di chiudere con una lunghezza di vantaggio.

Alla ripresa delle ostilità   il possesso palla è per gli ospiti che non realizzano, ma Bonacini non sbaglia e Ostuni nuovamente avanti; Ancellotti realizza ma Bartolucci risponde dalla lunga distanza mettendo a referto il suo 17 punto personale e + 4 per i padroni di casa. Il Pala Gentile nuovamente una bolgia al grido di “Ostuni- Ostuni” e coach Cadeo costretto a chiamare time out; Bonacini trova il + 10 per i padroni di casa con la Madogas che accusa la supremazia dei ragazzi di Coco Romano. Morena lascia il rettangolo di gioco perché gravato di 4 falli e Bonacini si scatena portandosi a punti e Bartolucci trova ancora una tripla che vale il   + 11 per Ostuni; termina il terzo periodo con i gialloblu che devono gestire 11 lunghezze sulla formazione di coach Cadeo.

Gli ultimi 10’ minuti di gara iniziano con il possesso per i padroni di casa che non sfruttano la fase offensiva, mentre De Angelis va a realizzare per gli ospiti. Entra Morena ma l’arbitro gli fischia subito fallo contro con il capitano gialloblu che non era parte dell’azione perché il fallo era di Nata e purtroppo deve lasciare definitivamente il rettangolo di gioco per il quinto fallo personale. Ostuni cerca di sopperire alla pesante assenza del capitano dovendo giocare ancora 8’  minuti prima del suono della sirena mentre a Zaccariello viene fischiato un fallo tecnico per eccessive proteste; Coco Romano chiama time out per cercare di tenere la squadra con la concentrazione alta in questi 6’ minuti che ancora rimangono da giocare. La Madogas riduce lo svantaggio a 5 lunghezze e i tifosi sostengono i gialloblu mentre Mabilia è costretto a lasciare il rettangolo di gioco per il quinto fallo personale;  gli arbitri purtroppo hanno rovinato un finale di gara fischiando falli inesistenti facendo innervosire i due quintetti che vanno a chiudere i 40’ minuti di gara sul punteggio di 75 pari andando così all’over time.

Bartolucci apre con una tripla che scatena l’entusiasmo dei tifosi ma Stella risponde con la stessa moneta;  Corral dalla lunetta permette alla Madogas di rimettere la testa avanti e Merletto trova la tripla del + 5 per gli ospiti. Ormai i gialloblu cercano di reagire ma le forze cominciano a mancare e diventa difficile recuperare contro la più attrezzata  formazione di coach Cadeo che riesce a chiudere  la   gara  portandosi  sul 2 – 0 chiudendo così la serie e passando al turno successivo. Escono fra gli applausi Morena e compagni se pur le lacrime rigano i loro volti, che hanno fatto di tutto pur di regalare ai tifosi la soddisfazione di battere la capolista del girone. Cala così il sipario sulla stagione  2012 – 13  dell’Assi Basket Ostuni che chiude un anno pieno di tante incertezze dopo i proclami di inizio anno sportivo che doveva essere il pronto riscatto dopo che la FIP  aveva retrocesso la formazione della Città Bianca dalla Lega Due al campionato di DnB ed invece la squadra ha dovuto sgomitare sino all’ultima giornata della stagione regolare per staccare l’ultimo biglietto utile per l’inserimento nella griglia dei play off.  Ora ai posteri l’ardua sentenza per sapere quale sarà il futuro della palla a spicchi nella città di Ostuni per i tanti problemi anche economici che hanno attanagliato la società ostunese.

15 – 18    32 – 33   63 – 52   75 – 75

OSTUNI: Mabilia (6), Zito, Morena (6), Margio (7), Nata (6), Bartolucci (29), Fin (11), Bonacini (16), Proto (2)   All.  Romano

BNB: Stella (16), Zaccariello (19), Ancellotti (10), Ferraro (11), Corral (15), Onetto, Merletto (8), Gatta, De Angelis (10), Sabbadini,   All.  Cadeo

Arbitri:  Tammaro Nicola di Giffoni ( Salerno )  e Pagano Fabio di Scafati

Tiri  ad  Tre        Ostuni    12/31       Madogas   10/30

Tiri  da  Due       Ostuni    16/36        Madogas   17/32

Tiri  Liberi          Ostuni    15/20        Madogas   25/40

Usciti per 5 falli  Morena e Mabilia dell’Ostuni

Fallo Tecnico a Zaccariello del BNB  e alla panchina di  Ostuni

Domenico Moro 

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?