Sistema di videosorveglianza e antintrusione al Centro Servizi

/ Autore:

Società


centroserviziMARTINA FRANCA – In attesa che venga sbloccato il progetto di videosorveglianza, che prevede, almeno per quello che si evince dal progetto approvato quasi un anno fa e finanziato con i fondi PON Sicurezza, l’installazione di 28 telecamere con tecnologia Dome MegaPixel, per un totale di 350.000 euro, che trasmetteranno le loro immagini alla stazione operativa della Polizia Locale, il Comune di Martina Franca ha avviato un’indagine di mercato per I’esecuzione degli impianti di videosorveglianza ed antintrusione per il Centro Servizi sìto in Piazza d’Angio.

Si rende necessario, da quanto dichiarato dalla stessa Amministrazione, dotare I’edificio di impianto di videosorveglianza ed antintrusione. L’edificio, rimesso a nuovo, vedrà ospitare, secondo quanto dichiarato dal Sindaco durante un incontro con gli scout sugli eco-mostri di Martina Franca, entro fine mese il comando dei Vigli Urbani.

L’importo messo a disposizione per I’esecuzione dei lavori è di € 18.150,00 + lVA, specificando che nel suddetto importo sono compresi anche gli oneri per l’attuazione delle misure di sicurezza.
Per partecipare occorre:
– I’iscrizione alla Camera di Commercio per l’attività oggetto delle lavorazioni;
– possedere i requisiti tecnico-organizzativi di cui all’art. 90 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n.207
– essere in regola con gli adempimenti contributivi ed assicurativi;
– essere in possesso dei requisiti di ordine generale di cui all’art. 38 del D. Lgs 163/20016 e s.m. ed i.

Chi presenterà la migliore offerta, in termini di percentuale di ribasso sull’importo messo a disposizione (€ 18.150,00)., avrà l’affidamento diretto dei lavori. L’offerta dovrà essere presentata in busta chiusa, indirizzata al Comune di Martina Franca UTC/LL.PP., entro e non oltre il 28 maggio, l’apertura delle offerte avverrà il  29 maggio 2013, alle ore 11.00.

Di seguito maggiori dettagli dell’indagine di mercato avviata dall’Amministrazione:

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?