Questa sera su Rai Uno torna: "Il Padre delle Spose"

La Città di Ostuni, protagonista in prima serata su Rai Uno. Torna infatti questa sera sulla prima rete della tv di stato il film “Il Padre delle Spose”, ambientato nella Città Bianca. Protagonisti del film gran parte attori di origine pugliese, tra cui:, un grande Lino Banfi, Rossana Banfi, Lucia Sarno (siciliana), Cosimo CinieriGianni Ciardo,Tiziana Schiavarelli Giusy Frallonardo Antonio Stornaiolo, da sempre residente a Bari. Un film di Lodovico Gasparini.

La Storia: Riccardo (Lino Banfi), è un uomo del Sud Italia, all’antica e con una mentalità rigida e chiusa, che per lavoro si dedica all’olio di oliva. La figlia Aurora (Rosanna Banfi), dopo il diploma decide di lasciare San Damiano, il piccolo paesino della Puglia dove viveva con il padre e con la zia Lucia (Lucia Sardo), sorella di Riccardo; si reca da sola a Barcellona, per diventare fotografa.

Dopo ben quindici anni, trascorsi senza che Aurora e Riccardo abbiano alcun contatto, lui deve recarsi in Spagna per motivi di lavoro. Una volta finito l’incarico, con molta reticenza decide di andare a trovare la figlia, la quale non lo accoglie con molto piacere e pensa di farlo tornare a casa già la mattina dopo. Durante una cena conosce Rosario, un’insegnante di flamencobasca divorziata e con figlia a carico, che Aurora presenta come una sua amica, ma in realtà è la donna che lei ha sposato. I suoi genitori “sui generis”, colpiti dalla simpatia di Riccardo decidono di ospitarlo per qualche giorno per fargli visitare la città. Durante una mostra della figlia però, Riccardo la scopre mentre bacia Rosario, e sconvolto per la scena ritorna in Puglia, dove cerca di risollevare le sorti del suo lavoro e della famiglia mettendo in pratica un’idea che gli aveva suggerito Aurora. La figlia, la compagna e la bambina fuggono da Barcellona minacciate dalle telefonate dell’ex di Rosario, si presentano dal padre, perché hanno bisogno di protezione. A dare loro un tetto è la zia, bistrattata affettuosamente dal fratello. In poco tempo Aurora e Rosario si conquistano la simpatia di tutto il paese, grazie all’aver organizzato un corso di pizzica e riescono, non senza la difficoltà di aver a che fare con un padre pieno di pregiudizi, ad aiutarlo nelle difficoltà di lavoro, cercando di realizzare un progetto di cooperativa di donne per la produzione di olio. All’improvviso, a causa dell’ex di Rosario che accoltella Aurora e delle scorrettezze dell’imprenditore che non vuole che la cooperativa si realizzi, tutto il paese apprende con sconcerto della sua omosessualità. Alla fine Riccardo, dopo che ha visto la figlia in fin di vita chiede la presenza di Rosario al suo fianco, capendo che l’amore può avere davvero mille colori ma il sentimento che anima i cuori è sempre lo stesso.

Il film quasi interamente girato ad Ostuni e a Barcellona nell’estate 2005, è andato in onda in prima visione il 20 novembre del 2006 su Rai Uno, raggiungendo uno share di 26.74%, con un picco al 34%, infatti il film fu visto da circa  7.026.000 i telespettatori che lo videro, al secondo passaggio, il 17 maggio 2009, la fiction ha registrato un 21,77% di share e 4.653.000 telespettatori.

Un film che affronta una tematica forte, dopo le liberalizzazioni dei matrimoni gay in Francia ed Inghilterra. Una pellicola da non perdere, per vedere le belle della nostra terra e la bravura dei nostri attori.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.