Ostuni, rientra lentamente l'emergenza rifiuti

Dopo l’ordinanza del sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella, il quale aveva chiesto ieri alla ditta Gial Plast di effettuare una pulizia straordinaria della Città, Ostuni, sta pian piano tornando alla normalità, dopo i due giorni di sciopero dei netturbini. L’emergenza rifiuti però resta però nelle zone limitrofe al centro abitato, ad avere problemi con i rifiuti, sono i cittadini ostunesi che popolano le contrade  e  le marine.

Le alte temperature, di questi giorni, hanno messo in serio rischio gli abitanti della “Città Bianca”, il rischio più alto, quello delle condizioni igienico sanitario, soprattutto per la mancata raccolta dei rifiuti organici  che doveva avvenire giovedì (primo giorno di sciopero). La situazione lentamente sta tornado alla normalità.

Questa mattina dopo lo sciopero, i lavoratori della ditta Gial Plast, hanno ripreso il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti urbani. Intanto i cittadini tramite la nostra pagina Facebook, Ostuni News, continuano a chiedere di riposizionare alcuni cassonetti dell’indifferenziato nei diversi quartieri della città, avendo magari un controllo capillare, di tutti i cittadini che getteranno nei cassonetti la spazzatura.

Tante  le proposte dei cittadini per migliorare ed evitare il problema “rifiuti”, tanta preoccupazione da parte della cittadinanza negli ultimi giorni.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.