Salva Ilva, ok dal Senato: M5S non partecipa al voto "ammazza Taranto". Sel si astiene

/ Autore:

Politica


TARANTO – Ok dal Senato per la legge Salva Ilva con 206 sì, 19 no e 10 astenuti si dà il via libera al decreto legge che consente il commissariamento di imprese di interesse strategico nazionale che comportino pericolo ambientale e che prevede la nomina di Bondi come commissario per il risanamento del colosso siderurgico di Taranto.

Si doveva blindare il provvedimento in Senato, evitando ed escludendo eventuali modifiche e una terza lettura alla Camera. Questa è stata la decisione del Governo che si giustifica dicendo che i tempi erano troppo stretti, la conversione del dl doveva arrivare, infatti, entro il 3 agosto. Impossibile, per chi è pronto ad andare in vacanza.

La Lega ha votato contro, il M5s non ha voluto partecipare al voto “ammazza Taranto” dopo aver protestato per l’impossibilità di apportare modifiche al dl, mentre Sel si è astenuta.

 

Salva Ilva blindato, è legge.
Ok dal Senato senza modifiche
Via libera di Palazzo Madama al decreto c. I grillini abbandonano l’aula: provvedimento “Ammazza Taranto”

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?