Neonato morto all’ospedale di Ostuni, 19 indagati

Sono 19 le persone indagate dopo la morte del neonato all’ospedale di Ostuni. Nel gruppo di professioni, figurano: 5 ginecologi, 10 infermieri e 4 ausiliari che lavorano presso il nosocomio della Città Bianca.
Dopo l’avvio dell’inchiesta da parte della Procura della Repubblica, il Pm, Giuseppe De Nozza, conferirà lunedì l’incarico per l’esame autoptico sul corpo del piccolo. Ad eseguire l’esame, saranno tre i medici legali, si tratta di: Antonio Carusi, Ermenegildo Colosimo e Pantaleo Greco.
I genitori del piccolo, una coppia di Fasano, dopo aver denunciato il fatto ai Carabinieri di Ostuni, vogliono assolutamente che sia fatta luce sull’accaduto.

Il neonato morto nel grembo della madre, aveva un peso di quasi tre chili e ottocento grammi, il legale della famiglia, subito dopo l’accaduto ha chiesto che le cartelle cliniche di madre e figlio, vengano sottoposte a sequestro.

I 19 indagati, hanno ricevuto nelle scorse ore un avviso di conferimento d’incarico, come atto dovuto. L’incarico, praticamente ha il valore di avviso di garanzia. Gli stessi indagati, potranno nominare un consulente di parte che potrà partecipare all’esame autoptico. L’accusa per i ginecologi, gli infermieri e i sanitari coinvolti è di omicidio colposo.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.