Neonato morto, effettuata l’autopsia

Arrivano nella tarda serata di ieri, i referti dell’autopsia effettuata sul corpo del neonato morto all’ospedale di Ostuni. Il bambino morì lo scorso 6 settembre, presso il reparto di ostetricia e ginecologia del nosocomio ostunese.
L’esame autoptico, ha avuto una durata di circa un paio d’ore, ed è servito, ad accertare le cause della morte del feto. I periti, hanno inoltre prelevato placente e vari tessuti dal feto per sottoporli a specifici esami.
La morte del piccolo è avvenuta per soffocamento, questo è quello che è emerso dall’esame.
Nei giorni successivi all’accaduto, sono stati scritti sul registro degli indagati 19 persone. Si tratta di medici e sanitari: Pierluigi Sozzi, 59 anni di Ostuni, responsabile dimissionario del reparto di Ginecologia e Ostetricia dell’ospedale di Ostuni; Rocco Flore, 64 anni di Ostuni; Antonio Cisaria, 52 anni di Ostuni, Salvatore Benizio, 58 anni di Francavilla Fontana, Raffaele Serinelli, 56 anni di Fasano; Pasqua Saponaro, 57 anni di Ostuni; Graziella Acquarico, 52 anni di Carovigno; Consiglia Tanzarella, 52 anni di Ostuni; Maria Teresa Grassi, 54 anni di San Vito dei Normanni; Giacomina Spinozzi, 52 anni di Fasano; Anna Rosa Cafiero, 36 anni di Gallipoli; Luciana Rosato, 44 anni di Mesagne; Isabella Cavallo, 54 anni di Ostuni; Anna Rita Monopoli, 59 anni di Ostuni; Antonia Palmisano, 56 anni di Ostuni; Caterina Lotesoriere, 59 anni di Ostuni; Giuseppa Semeraro, 59 anni di Ostuni; Stefania Martino, 49 anni di Ostuni e Madia Anna Suma, 59 anni di Ostuni.
Il sospetto sulla morte del piccolo, è che ci sia stato un ritardo nel parto, perché dall’ultimo tracciato effettuato alla giovane fasanese, sarebbe risultato un rallentamento del battito cardiaco del feto.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.