"Roba da Matti…a". Infante: "Soffrendo si capisce il senso della vita"

MARTINA FRANCA – Ieri, presso la Casa del Volontariato di Martina Franca, è stato presentato l’evento “Roba da Matti…a”, organizzato dall’associazione culturale Eventus e la compagnia “Le Quinte”, in collaborazione con la Consulta Giovani e il C.A.V. in accordo con la volontà dei genitori del giovane Mattia, deceduto tragicamente nel maggio scorso in seguito ad un incidente stradale.

L’evento, fortemente voluto da Mina Carbotti e Michele Tagliente,  si terrà presso il Teatro Verdi di Martina Franca il 26 ottobre prossimo e ha l’intento non solo di ricordare Mattia nel giorno del suo compleanno, ma anche e soprattutto promuovere la cultura della donazione degli organi.

In quei tragici giorni la famiglia di Mattia prese una decisione difficile, forse la più difficile, non tanto per il gesto in sé, che dipende dalla sensibilità di ognuno, ma nel dover accettare la morte del figlio. Acconsentire all’espianto e alla donazione degli organi è accettare la morte, ma con la prospettiva di donare vita ad altri, forse, ha un sapore diverso.

Alla conferenza stampa erano presenti Marco Tagliente, fratello di Mattia, Michele Delfini e Tiziana Ancona (Eventus), la dott.ssa Marcella Picardi (sportello filosofico), Antonello Dell’Era (Sinapsi), Gianni Genco (presidente del VìCAV), Onofrio Cavallo (presidente ATO), gli assessori Stefano Coletta, Donatella Infante e Antonio Scialpi, il prof. Francesco Cava (membro giuria borsa di studio) e il regista Pasquale Nessa.

E’ un modo diverso di ricordare – afferma l’assessore Antonio Scialpi durante la conferenza – in una città dove il ricordo passa dal narcisismo di vedersi intitolata una strada, una piazza questo tipo di evento lascia una traccia diversa, dando senso al ricordo“.

Riuscire a trovare un senso alla vita, nonostante la morte. “E’ necessario avvicinarsi alla sofferenza per capire e recuperare il vero significato della vita – dichiara Donatella Infante. Questa manifestazione ancora una volta mi fa capire la bontà e la forza del volontariato di questa città. Anche questa sede (la casa del volontariato ndr) è un simbolo, Martina per decenni ha abbandonato il suo patrimonio, non curandosene. Ora si respira una forza propositiva nuova, si recupera quello che è il vero senso della vita“.

Si dice che quando si soffre si è sempre soli. Una sorta di viaggio introspettivo dove la sofferenza si trasforma in un percorso, a volte asfaltato, altre volte dissestato, che conduce in ogni caso nei meandri mai perlustrati del nostro essere, ed è da lì che nasce il coraggio di donare gli organi che appartenevano, fino a pochi giorni prima, ad un corpo conosciuto, cresciuto, amato, ed è da lì che nasce la volontà di organizzare una manifestazione per sensibilizzare gli altri. Perché non si può evitare, come quando non si riesce a capire cosa succede, quelle lacrime improvvise, quel brusco “non è niente”, quella paura che si spalanca, ma è necessario accettare la sfida, affacciarsi al mondo nonostante tutto.

Si percepisce il senso di tutto questo quando improvvisamente durante la conferenza stampa uno degli ospiti, Antonello Dell’Era (Sinapsi), che prenderà parte alla serata con uno spettacolo teatrale, dichiara di essere uno dei riceventi di Mattia. Lo raccontiamo, dopo averglielo chiesto, perché riteniamo importante dare un nome e un volto alla vita, così come diamo un volto ed un nome alla morte. Forse ci aiuta in qualche modo a pareggiare il conto tra passato e presente, vita e morte.

Nello specifico, la manifestazione sarà presentata da Michele Mirabella, noto regista, autore, attore di teatro, radio, cinema e televisione, che attualmente conduce “Elisir” per Rai Tre. TRa gli ospiti: Anna Maria Barbera, in arte Sconsolata;  Antonio Palazzo – Direttore d’orchestra, pianista, arrangiatore, ideatore dell’Orchestra della valle d’Itria e Michele Cortese – Cantante musicista, classe 1985, che raggiunge la notorietà con la vittoria della prima edizione italiana di Xfactor insieme ad ARAM QUARTET; gli AudioMagazine, una band formata da Andrea Cardillo alla voce e chitarra, Frankie Carusi alla voce e tastiere, Kicco Careddu alla batteria, Vittorio Longobardi al basso, Enrico Sotgiu e Lamin M’baye alle percussioni; Gerardo Casiello, Cantautore – Pianista – polistrumentista; il Gruppo Teatrale “Le Sinapsi” (Antonello Dell’Era-Beppe Borgese); ancora musica con Egidio Cofano – organista; Marco Tagliente – fratello; Maria Antonietta Di Marco (cugina diretta di Mattia) e Roberto Basile – Ballerini; Camillo Pace – Musicista e cantautore; Pasquale Angelini – Batterista, percussionista, insieme agli amici Nico Dimissino, Vittorio Longobardi ed Egidio Marchitelli. La regia dell’evento è di Pasquale Nessa; Piero Angelini – Grafico fumettista. Nel corso della serata verrà inoltre coreografato dalla compagnia le Quinte, su idea di Pasquale Nessa, il discorso finale del Grande Dittatore di Charlie Chaplin, un brano molto amato da Mattia.

Nel corso della serata verranno premiati i vincitori del concorso ideato dai genitori di Mattia che hanno inviato ai Dirigenti Scolastici degli istituti superiori di Martina Franca una tracciaperchè i ragazzi delle 5e classi esprimessero le loro sensazioni sul tema della donazione. Gli elaborati sono stati visionati e selezionati dagli stessi insegnanti di ciascun Istituto ed i migliori 18 sono diventati finalisti di una borsa di studio che la famiglia Tagliente, dedicandola a Mattia, ha destinato ai migliori tre: 700 euro al primo, 500 al secondo e 300 al terzo classificato. Una commissione composta da Prof. Franco Punzi – presidente – Prof. Mario Castellana, Prof. Francesco Cava e prof.ssa Gabriella Cannarile hanno visionato e valutato gli elaborati dei 18 finalisti ed hanno determinato la classifica finale.

Inoltre, verranno proiettati dei video, montati da Graziano De Pace, che sono stati registrati appositamente per la serata da Eros Ramazzotti, Rosanna e Lino Banfi, Renzo Rubino, Annalisa Minetti.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.