Ostuni, una città a fumetti: bilancio della manifestazione

Un ponte fra le generazioni: è stato questo il motivo ispiratore della quarta edizione di “Ostuni: una città a fumetti” svolta fra il 25 ed il 27 ottobre nel Palazzo di Città di Ostuni. Grazie al linguaggio fumettistico, che fonde l’arte figurativa e la letteratura, i genitori hanno ritrovato le pagine che hanno caratterizzato la loro infanzia e i bambini si sono appassionati ad una forma espressiva che unisce tradizione e novità; un appuntamento gradito alle famiglie, quindi, che ha consentito uno scambio di esperienze ed ha trasformato per tre giorni il Palazzo comunale in un regno di giochi e fantasia.
L’iniziativa è stata organizzata dal Rotary Club Ostuni-Valle d’Itria-Rosa Marina e da “Fiorverdi” di Lecce, col sostegno determinante dell’Assessorato alle Attività produttive del Comune di Ostuni, retto dal dott. Nichi Lo Tesoriere, che ha dichiarato: “ Anche quest’anno abbiamo chiamato ad Ostuni i personaggi dell’arte del fumetto, un linguaggio consolidato e moderno al tempo stesso che consente di valorizzare le risorse e le bellezze del nostro territorio, favorendo un’estesa rete di progetti e professionalità nel settore, e mettendo insieme talenti di valore internazionale con giovani emergenti locali”. Infatti potrebbe nascere da questa manifestazione una “Storia di Ostuni a fumetti”, e più di cento giovanissimi disegnatori della scuola elementare “Pessina- Vitale”, più alcuni partecipanti “esterni”, hanno preso parte al concorso ispirato alla figura di Papa Francesco, con molti lavori collettivi; per quelli individuali o a coppia sono stati premiati i piccoli Sara Zurlo, Vincenzo Sacco, Mimmo Panaro e la coppia Antonio Vincenti-Francesco Sciacca, mentre il giovanissimo Marco Dragone, di soli sei anni, ha ottenuto il riconoscimento per essere stato il partecipante più giovane (ma già bravo). Claudio Procopio di “Fioriverdi”, inventore di giochi didattici, ha animato una specie di gara olimpica con i giochi di un tempo, e tra decine di partecipanti si è imposto con due primi posti Sandro Saponaro; premiati anche Reneè Ciccarone, Ernesto D’Amico e Andrea Sacco.
Le targhe di merito di “Ostuni: una città a fumetti” sono state consegnate, oltre che al Sindaco e all’Assessore Lo Tesoriere, ai fumettisti ed agli artisti ospiti: Federica Salfo, disegnatrice della Walt Disney America e di Geronimo Stilton, che tornava ad Ostuni dopo aver fatto diventare personaggi dei fumetti il nostro olio ed i nostri ulivi (la bottiglia abbracciava l’albero dicendo: “Ostuni ed i suoi ulivi: una storia di amore ed olio”), Dante Spada (disegnatore della Bonelli, di “Martin Mystere” e Tex), Pietro Favorito (ideatore del fumetto “Lady Mafia”, ambientato in Puglia, con protagonista una colta emula di Diabolik), Chiara Criniti (illustratrice di rilievo nazionale), Donatello Pentassuglia (disegnatore, grafico, caricaturista e percussionista ostunese), Enzo Farina (vignettista satirico de “Lo Scudo” di Ostuni), Stella Nacci (animatrice del laboratorio d’arte “Tiffany” ad Ostuni), Serena Bagnardi (disegnatrice ostunese), Gianni Greco (ideatore del manifesto dell’iniziativa con l’Uomo Ragno ad Ostuni), Antonio Ferrante (della Lab Edizioni di Altamura, per le sue pubblicazioni sulla storia a fumetti e sulla vita dei pugliesi illustri). Infatti, la sera del 25, è stato presentato il libro “Mimmo: un sogno dentro il sogno” fumetto sull’opera di Domenico Modugno; ospite della serata il coro dell’Associazione musicale “Antonio Legrottaglie”, diretto da Gabriele Semeraro, con il bravissimo solista baritono Carlo Sgura. Altre due targhe sono state consegnate al Coro Legrottaglie ed al presidente del Rotary di Ostuni dott. Antonio Muscogiuri. Sabato sera ha suonato nel Chiostro la validissima cover band dei Beatles, “The Skywards”: era dedicata ai quattro baronetti di Liverpool una parte della mostra a fumetti, e la mostra mercato è stata prolungata fino a tutta la domenica pomeriggio per venire incontro alle numerose richieste dei visitatori.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.