Allontanano i figli dalla madre dopo il provvedimento emesso dal tribunale di Lecce: la famiglia Camassa cerca la verità sul trasferimento dei piccoli

Una storia difficile in un momento particolare dell’anno, alla vigilia delle festività natalizie. Una famiglia brindisina è stata allontanata dall’affetto dei propri figli e nipoti.
Vogliono scoprire il perché, una giovane mamma e i nonni materni, vogliono capire quello che è accaduto e ieri hanno passato tutta la notte davanti al cancello dell’Istituto de “La Nostra Famiglia”, preoccupati per i loro piccoli: uno di due anni e l’altro di un anno e mezzo, tolti alla madre e trasferiti ieri nella struttura situata sui colli di Ostuni.

Questa è la drammatica vicenda che sta vivendo la famiglia Camassa di Brindisi che non ha voluto abbandonare i propri piccoli dopo il provvedimento messo in atto ieri mattina dal Tribunale dei Minori di Lecce, che ha disposto il trasferimento dei due minori, dalla comunità “Casa Flora” di Latiano alla “Nostra Famiglia” di Ostuni.

“Mia figlia mi ha chiamato – ha raccontato in lacrime la nonna – dicendomi che sarebbe venuta a Brindisi da Latiano dove frequenta un corso di estetista perché era stata convocata dagli assistenti sociali. Prima di mezzogiorno, mi ha richiamato piangendo annunciandomi che al suo ritorno nella comunità di Latiano, dov’era ospite, non avrebbe trovato più i due bambini.”

Tutto comunicato nel giro di pochi minuti al telefono.

“Sbalorditi da questa notizia, abbiamo chiamato i Carabinieri per capire cosa fosse successo di grave e visto che i bambini erano rimasti a Latiano. I militari ci hanno consigliato di recarci sul posto, di verificare i fatti e di rivolgerci ai militari della cittadina brindisina. Quando siamo arrivati e abbiamo chiesto cosa fosse successo, non ci hanno voluto dare la notifica del provvedimento e quindi ci siamo rivolti ai Carabinieri. A loro abbiamo presentato una denuncia cautelativa verso ignoti, perché non siamo riusciti a capire cosa fosse successo in quella comunità”.

I due piccoli dalla comunità latianese, su disposizione del magistrato, sono stati trasferiti ad Ostuni: “Abbiamo potuto parlare con una signora molto disponibile – continua la nonna dei piccoli – che ci ha rassicurato sulle condizioni dei bambini, dicendoci che sono tranquilli e stanno bene.
Noi comunque non siamo tranquilli, hanno tolto i figli alla madre a pochi giorni da Natale, senza sapere cosa sia successo, non si può fare una cosa simile”.

Quest’oggi, la famiglia Camassa e il loro legale, a Lecce, cercheranno di esaminare la faccenda accaduta e prendere finalmente visione del provvedimento del Tribunale dei Minorenni.

“So che è prematuro parlare adesso – ha concluso la nonna – e non so cosa sia successo di così grave per allontanare, a pochi giorni dal compleanno e prima delle feste di Natale, i due piccoli dalla loro mamma. Mia figlia non è una drogata, non è una spostata, non avrà rispettato le regole, ma non credo che sia successo qualcosa di così grave da allontanare i bambini in questo modo”.

20131218-222906.jpg

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.