Incontro-Dibattito dal titolo: lo Sport ad Ostuni, Ieri Oggi e Domani

/ Autore:

Politica, Sport


Come anticipato nei giorni scorsi, questo pomeriggio giovedì 30 gennaio alle ore 17.30 presso la biblioteca comunale di Ostuni si terrà l’incontro organizzato da Gianfranco Coppola dal titolo “Lo sport come funzione sociale ed educativa”.  All’evento parteciperanno Don Domenico Melpignano (già consulente ecclesiastico del CSI) e Nicola Cainazzo (presidente provinciale del CONI).

Numerose le adesioni sia da parte degli “addetti ai lavori” (società sportive, titolari di palestre e tutti coloro che a vario titolo lavorano nel mondo dello sport), sia da parte dei semplici cittadini.

Durante la serata sarà proiettato un video contenente scatti fotografici degli anni in cui non vi erano ne infrastrutture adeguate, ne finanziamenti e lo sport era in tutto e per tutto sostenuto da “volontari” come Don Domenico Melpignano e tanti altri che a vario titolo hanno contribuito alla crescita dell’ attività sportiva in Ostuni.

“Sarà un occasione per far rivivere momenti sportivi bellissimi degli anni sessanta, settanta ed ottanta a tutti coloro che come me vi hanno fatto parte, e farli vivere ai più giovani” continua Coppola “dopo la retrospettiva, si aprirà un dibattito dal quale siamo sicuri che verranno fuori idee utili a perfezionare il programma elettorale, nella parte dedicata al delicatissimo tema dello sport in città. Siamo sicuri che attraverso il contributo di tutti daremo ad Ostuni la possibilità di far ritornare lo sport alla sua funzione originale e cioè quella sociale ed educativa, non tralasciando però la necessità di utilizzare questo enorme potenziale al fine di far ripartire il volano del turismo. Vale la pena sottolineare come l’organizzazione ad Ostuni di eventi a livello provinciale, regionale e nazionale, di tutti gli sport indistintamente, potrà portare tanta gente a conoscere la nostra fantastica città. E noi impiegheremo il massimo sforzo per raggiungere anche questo obiettivo”.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?