Cestistica Ostuni: finale brivido, battuto il Ruvo

/ Autore:

Basket, Sport


Quinta vittoria di fila per la Cestistica Ostuni, che espugna il PalaColombo di Ruvo di Puglia 79-76 contro una Tecnoswitch vogliosa e combattiva, che nell’ultimo minuto ha avuto tra le mani il pallone prima della vittoria e poi del supplementare. Ma prima Arbore, poi il polacco Krajewski, da tre punti, hanno trovato il ferro e non la retina, regalando ai gialloblù due punti tutto sommato meritati.

Privo di Antonio Caloia, squalificato e sugli spalti (tornerà domenica prossima), coach Vozza ripropone Paulinho Motta in quintetto nel ruolo di ala forte, al fianco di Marseglia, Argentiero, Menzione e capitan Morena. Lovino dà fiducia invece a Picerno, Altamura, Arbore e ai due stranieri Krajewski e Toluwase. Il nigeriano/britannico, gran fisico ma poco altro, si fa notare subito per tre falli commessi in pochi minuti, mentre dall’altra parte a ruggire è Carlo Menzione, mattatore del primo quarto, chiuso da Ostuni sul +12 (28-16). Ma è l’intero primo tempo a vedere un’ottima prestazione della Cestistica, che soffre pochissimo l’intensità difensiva dei ruvesi e attacca bene il canestro, chiudendo all’intervallo sul +13 (50-37) grazie ad una tripla da oltre 8 metri di Motta proprio allo scadere del secondo quarto.

Nel terzo quarto Ostuni commette l’errore di alzare il piede dall’acceleratore: e Ruvo, squadra di giovanissimi ma dal discreto spessore tecnico, rientra, con un parziale di 11-0 (47-50) nei primi 5 minuti, e un 21-13 totale nella frazione. Ma un grande Motta (28 punti) permette agli ostunesi di tenere sempre a distanza di sicurezza gli avversari. Nota negativa, l’arbitraggio pessimo (e contestato da entrambe le parti) di Lastella e Scarlino, autentici protagonisti di un pomeriggio che altrimenti sarebbe scivolato via in tranquillità.

Ruvo, a -2 a 30 secondi dalla fine, spreca con Arbore la tripla del sorpasso sul 76-77, e con Krajewski allo scadere quella del pari (dopo i due tiri liberi realizzati dal gelido Morena). Per Ostuni una vittoria fondamentale, soprattutto alla luce del successo esterno di Foggia a Bari con l’Adria: adesso a Morena e compagni basta battere in casa la Cenerentola Assi Brindisi, domenica prossima, per festeggiare il secondo posto solitario. Con l’Udas lontanissima, che tra una settimana festeggerà quasi sicuramente la promozione diretta in DNC, Ostuni aspetta i meritati (e certamente combattutissimi) playoff di maggio.

Tecnoswitch Ruvo-Cestistica Ostuni 76-79.

TABELLINI
RUVO: Tolowase 5, Quagliarella 6, Lobasso NE, Picerno 5, Lamura NE, Altamura 16, Vangelov 5, Krajewski 16, Ippedico 5, Arbore 18. Coach: Lovino.
OSTUNI: Lanzilotti NE; Morena 7 (0/6 da 2, 0/1 da 3, 7/8 tiri liberi, 6 rimbalzi); Marseglia 3 (1/2 da 2, 0/1 da 3, 1/1 tiri liberi, 7 rimbalzi, 2 assist); Morici 9 (3/4 da 2, 3/3 tiri liberi, 3 rimbalzi, 1 assist); Menzione 20 (7/18 da 2, 1/2 da 3, 3/4 tiri liberi, 12 rimbalzi, 4 recuperi); Tanzarella 5 (1/4 da 3, 1/2 da 2, 2 rimbalzi, 1 assist); Argentiero 7 (2/7 da 2, 1/4 da 3, 5 rimbalzi, 5 recuperi); Zito NE; Valente 1 (1/2 tiri liberi); Motta 28 (8/12 da 2, 1/2 da 3, 8/10 tiri liberi, 9 rimbalzi, 4 perse, 1 recupero). Coach: Vozza.

Ufficio stampa e comunicazione – CESTISTICA OSTUNI

 

 

 

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?