Ospedale: situazione critica per gli infermieri

Situazione critica nell’ospedale di Ostuni dovuta alla mancanza di personale e da una scarsa gestione organizzativa in alcuni reparti del nosocomio ostunese. La denuncia della situazione dell’ospedale di Ostuni arriva dal Segretario Provinciale della Fial, Pino Carbone, appellandosi all’assessore della Sanità della Regione Puglia, Elena Gentile, al direttore generale dell’Asl Ciannamea e al Prefetto di Brindisi, Nicola Prete, affinché la situazione sia risolta al più presto.

La situazione riguarda la mancanza d’infermieri; il personale infermieristico dell’ospedale di Ostuni è scarso, e gli infermieri assunti spesso sono appesantiti da orari di lavoro stressanti, con il rischio di commettere degli errori professionali. Da qui la critica di Carbone, affermando che in alcuni reparti, come Medicina Generale o Pediatria, c’è bisogno di assumere un cospicuo numero d’infermieri e di addetti a lavoro. La situazione è critica, secondo Carbone, anche per quanto riguarda il Pronto Soccorso, dove, in alcuni giorni avvengono code di persone, costrette ad aspettare il proprio turno. La critica di Carbone non si ferma qui; egli prosegue dicendo che mentre nel reparto di Cardiologia c’è un’abbondanza di medici, in altri reparti, come Ostetricia e Ginecologia c’è solo un infermiere generico non abilitato per legge all’assistenza infermieristica dei pazienti.

“Si tratta di una situazione che bisogna risolvere al più presto, perché gli infermieri sono costretti a fare turni massacranti, – dice Carbone – rinunciando anche al giorno di riposo. Anche perché non si tratta solo del fallimento della singola prestazione, ma di tutto il sistema sanitario”. La denuncia di Carbone fa eco a quanto è stato detto nel congresso sulla sanità organizzato dal candidato sindaco Coppola e dal candidato consigliere Giovanbattista Farina di lunedì, riguardo all’organizzazione della sanità ostunese.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.