Stop allo sciopero della fame per Mariani e Consoli

/ Autore:

Elezioni 2014, Politica



Riceviamo e pubblichiamo:

M5S OSTUNI Il gruppo dei candidati al Consiglio Comunale, che sostiene la candidatura a Sindaco di Paolo Mariani, decide di interrompere lo sciopero della fame, iniziato sabato 17, dal candidato Sindaco appunto e da Angelo Consoli. I due stanno bene, ma iniziano a sentire gli effetti dell’indebolimento. La decisione viene presa unanime, a seguito della pubblicazione sulla Gazzetta del Mezzogiorno, dell’articolo di denuncia contro la parzialità dell’informazione stampa. E non solo, il gruppo ritiene opportuna la scelta perché Mariani e Consoli possano concludere questa campagna elettorale al meglio della loro forma fisica, uniti al resto della squadra, fino all’ultimo.

«Sul programma elettorale presentato dal M5S, le famose dieci stelle per Ostuni – spiega Paolo Mariani –non si è spesa sui giornali nessuna parola. Continuiamo ad essere vittime di un’informazione faziosa, che finge di dimenticarsi di noi. Questo non accade solo ad Ostuni, ma qui è peggio che altrove: a Francavilla ad esempio, il Quotidiano pubblica regolarmente l’andamento della campagna elettorale della lista penta stellata. Qui invece, è prassi consolidata ignorare quello che viene fatto e quello che viene proposto da parte nostra. Si preferisce far venire meno la pluralità, il dovere di cronaca, piuttosto che essere deontologicamente corretti, si preferisce essere benvisti dai potenti in campo».

Consoli e Mariani smettono di nutrirsi di te ed acqua, dunque, e continuano a portare in giro le idee del Movimento con il tanto apprezzato “LapaTour”, iniziato in tempi non sospetti e che ha intensificato gli appuntamenti pomeridiani durante questi giorni.

«Siamo ogni giorno in mezzo ai cittadini – racconta Angelo Consoli – a spiegare le nostre motivazioni e la nostra visione. Ogni giorno facciamo comizi, distribuiamo materiale informativo, mettendolo direttamente nelle mani dell’elettore, cercando il dialogo quando è possibile. Questo dispendio di risorse fisiche, ma anche mentali, non lo abbiamo riscontrato negli altri candidati. Loro preferiscono spendere soldi, e parecchi, per una campagna elettorale tanto avvilente, quanto inquinante. Noi invece, al camper preferiamo l’Ape. In questo momento non possiamo perdere di vista l’obiettivo: fare di Ostuni il primo Comune a Cinque Stelle della Puglia.».


commenti

E tu cosa ne pensi?