Gli appuntamenti dello Slow Cinema sulla sanità

Riceviamo e pubblichiamo:

Dopo essere stato presentato fuori concorso al Festival Internazionale del Film di Roma approda sul grande schermo dello Slow Cinema di Ostuni, in doppia programmazione da domani, sabato 24 maggio, (alle 19 e alle 21) il film  “Il venditore di medicine”, scritto e diretto da Antonio Morabito, con Claudio Santamaria e Isabella Ferrari. Una pellicola che propone un’amara riflessione su una tematica sempre di stretta attualità, quella relativa alla corruzione registrata attorno al mondo delle industrie farmaceutiche.

 

Martedì prossimo, 27 maggio, prima dell’unica proiezione del film (alle 20.30), sarà presentato, alla presenza dell’autore,  il libro “Camici a Sud. Sanità e salute all’epoca dell’austerity“, (edizioni Kurumuny) del medico e pubblicista Maurizio Portaluri, lanciato all’ultimo Salone del Libro di Torino dal filosofo Gianni Vattimo. A dialogare con l’autore, sarà Francesco Paolo Calamo Specchia, docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

 

Il venditore di medicine

Trama

Bruno è un informatore medico. La sua azienda, la Zafer, sta vivendo un momento difficile. Pur di non perdere il suo posto di lavoro, Bruno è disposto a corrompere medici, a ingannare colleghi, a tradire la fiducia delle persone a lui più vicine. Bruno è l’ultimo anello nella catena del “comparaggio”, una pratica illegale che la Zafer, come molte altre case farmaceutiche, attua per convincere i medici a prescrivere i propri farmaci.

 

 

 

E se alcuni dottori si rifiutano di prestarsi a questo gioco, molti di loro non si sottraggono affatto. Bruno, apparentemente mostruoso, non é altro che il risultato della società che lo circonda: ne incarna le contraddizioni, l’ansia, la corruzione, l’impunità.

 

Scheda tecnica

GENERE: Drammatico

ANNO: 2014

REGIA: Antonio Morabito

SCENEGGIATURA: Antonio Morabito, Michele Pellegrini, Amedeo Pagani

ATTORI: Claudio Santamaria, Isabella Ferrari, Evita Ciri, Marco Travaglio, Giorgio Gobbi, Roberto De Francesco, Ignazio Oliva, Vincenzo Tanassi, Leonardo Nigro, Alessia Barela, Ippolito Chiarello, Pierpaolo Lovino, Paolo De Vita, Beniamino Marcone

FOTOGRAFIA: Duccio Cimatti

MONTAGGIO: Francesca Bracci

MUSICHE: Andrea Guerra

PRODUZIONE: Classic, Peacock Film; in collaborazione con Cinecittà Luce, Rai Cinema, Dinamofilm, Fondazione Eutheca, RSI Televisione Svizzera

DISTRIBUZIONE: Istituto Luce Cinecittà

PAESE: Svizzera, Italia

DURATA: 105 Min

 

Camici a Sud. Sanità e salute all’epoca dell’austerity” di  Maurizio Portaluri

(edizioni Kurumuny)

Scheda tecnica

In tempi di piani di rientro e ottimizzazione delle prestazioni, la Sanità è ancora e davvero un servizio pubblico? Come ritrovare la centralità dell’uomo e del malato nelle spire di un sistema in cui s’intrecciano interessi di casta ed ingerenze politiche, agiscono “poteri invisibili”, la burocratizzazione prevale su un’autentica relazione d’aiuto? Nel libro – con una introduzione diGianluigi Trianni – Portaluri parla con passione di sanità e salute, annodando appunti, esperienze, riflessioni, lettere di colleghi, “storie di ordinario disorientamento” del malato.

 

Accanto alla denuncia di quanto nel Sistema risulta fallato e non congruo − rifuggendo dai ricettari e superando la mera imputazione di responsabilità − esalta modelli virtuosi e propone linee di possibile intervento correttivo.

 

L’autore

Maurizio Portaluri, medico ospedaliero e ricercatore associato dell’Istituto di Fisiologia Clinica del CNR di Pisa, si occupa di cura dei tumori come radioncologo. È giornalista pubblicista, direttore della rivista telematica «Salutepubblica.net», e da decenni è attivo nei movimenti di lotta per la tutela della salute e dell’ambiente. È stato per due anni direttore generale di una ASL e di un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico; dall’incarico si è dimesso per “impraticabilità del campo”. Ha pubblicato “Di fabbrica si muore” (Manni 2008) e “La Sanità malata. Viaggio nella Puglia di Vendola” (Glocaleditrice 2008).

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.