Presentata la XIX edizione della Notte di San Giovanni. Coppola: “La Notte di San Giovanni è come la mia situazione politica”

/ Autore:

Cultura


Presentata questa mattina in conferenza stampa, la Notte di San Giovanni, giunta alla XIX edizione, nel centro storico. Presenti oltre al sindaco Gianfranco Coppola, anche gli organizzatori dell’evento, dall’Associazione ARCI di Ostuni, al direttore artistico Vittorio Francioso e al dirigente del settore Turismo e Spettacolo, Maurizio Nacci.

L’evento si terrà sabato 21 giugno, giorno del solstizio d’estate, dalle ore 19.30. Il programma prevede delle visite guidate animate in sette diverse postazioni nel centro storico, con percorso guidato itinerante, sul tema del solstizio d’estate, la luce, il fuoco, il mito. La serata si concluderà con un spettacolo di danza verticale in Piazza della Libertà.

“Quest’anno riorganizziamo la Notte di San Giovanni, con enorme sacrificio, visti anche gli impegni del sindaco durante il ballottaggio. Nonostante tutto, ci ha chiamato lunedì mattina, e in quattro giorni abbiamo organizzato l’evento” –  è quanto affermato dagli organizzatori della Notte di San Giovanni –  “Siamo emozionati per questo evento perché noi ci teniamo e dimostriamo amore per questa città. Sono stati davvero giorni frenetici, e ci auguriamo di soddisfare tanti ospiti che, come negli anni passati, ci hanno onorato dell’organizzazione di questo evento”.

Anche il sindaco Coppola è contento di questo primo evento organizzato dalla nuova amministrazione, che paragona la Notte di San Giovanni alla sua situazione politica: “Io vivo con trepidazione questo evento perché è la prima attività che organizzato, un ringraziamento va ai miei collaboratori più stretti e all’associazione che ha voluto rocambolescamente in tre giorni ad affrettarsi a non perdere l’evento, data anche la situazione politica. La Notte di San Giovanni non doveva andare persa e penso che riceverà il plauso dei cittadini. Ho iniziato organizzando il sogno, la notte del solstizio d’estate è il sogno che abbraccia le tradizioni passate che si protende nel futuro; questo rispecchia la mia situazione politica attuale: esco fuori dalla campagna elettorale e sogno di realizzare una squadra, la più trasparente e professionale possibile, per dare un nuovo futuro a questa città. Io sono un diesel e piano piano riuscirò a fare del mio meglio per questa città”.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?