Uomo non paga l’istituto religioso. Le suore presentano il conto: chiedono il pignoramento della pensione

Non paga l’istituto religioso e le suore pretendono la sua pensione. E’ successo in questi giorni presso la Congregazione delle Suore Oblate Benedettine, in contrada Scopinaro, a Ostuni. L’uomo 32enne, affetto da autismo, che peraltro vive con la madre, non avrebbe pagato il mancato servizio e tutte le spese socio-sanitarie offerte dall’istituto; per questo hanno deciso di praticare la via giudiziaria e per ottenere tutto ciò, una cifra di circa sette mila euro, chiedono il pignoramento della pensione dell’uomo e della madre.

Pronta risposta dei famigliari dell’uomo, in particolare della madre, che si rivolgono a un legame, l’avvocato Giovanni Zaccaria, il quale afferma “che non sia stato pignorato un quinto della pensione, ma tutte le somme di cui è beneficiario e anche la pensione della madre, che ne è la tutrice”.

Insomma, una storia piuttosto intricata. Intanto, secondo una normativa vigente del 2011, le famiglie dovrebbero accollarsi una quota della spesa per ogni utente che entrava nell’istituto, pari al 50%, che in passato era interamente a carico della Asl.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.