Vittoria Coppola a San Vito: la leggerezza pregna di significati di “Immagina la gioia”

VITTORIA COPPOLA - IL PUBBLICO

Un’autrice di 26 anni che racconta con delicatezza del suo libro, ed un pubblico di ascoltatori che si ritrovano intorno ad una libreria al tramonto di una sera di luglio.

E’ stata un’emozionante Vittoria Coppola, scrittrice salentina di rilievo nazionale, ad avviare ieri la rassegna “Dialoghi con l’autore” promossa dalla libreria Icaro di San Vito dei Normanni.

Il discorrere del suo “Immagina la gioia” ha svelato tratti di un libro ispirato all’amore e alla famiglia, alla dolcezza di gesti, immagini e profumi, al coraggio e alla scoperta di verità dolorose che fanno crescere. Con il preciso intento della Coppola di rimanere fedele alla necessità di scrivere di sentimenti senza la paura di essere “banali”.

A dialogare con l’autrice un entusiasta prof. Lorenzo Caiolo che ha trovato nelle pagine del libro i cinque valori di letteratura indicati dal maestro Italo Calvino nelle sue Lezioni Americane, a partire da una “leggerezza” che rende piacevole la lettura, ed è tutt’altro che superficialità. E’ anzi  “il volo di un uccello”, ha detto Caiolo, rintracciando nel testo elementi di vera letteratura.

Una giovane scrittrice che ci parla di famiglia, d’amore e ci ricorda quello che conta nella vita. Un talento originale e di notevole qualità nel panorama letterario contemporaneo”, ha sottolineato il prof., passando poi la parola all’autrice che si espressa sempre con umiltà, lasciando trasparire il suo grande rispetto per i  lettori, che fanno poi il vero successo di un libro.

Vittoria Coppola, rivelazione letteraria già con il suo primo romanzo “Gli occhi di mia figlia”, è stata notata dal giornalista Bruno Luverà che cura la rubrica letteraria “Billy, il vizio di leggere” del TG1. Da lì grande apprezzamento e consenso per il suo stile e per i suoi contenuti.

Ma la stessa Coppola è anche una ragazza che non ha voluto abbandonare il suo paese, Taviano in provincia di Lecce, perché è lì che riesce a scrivere ed è lì che sta bene.

Parole di stima da parte di scrittrice e moderatore sono state espresse nei confronti della libreria Icaro per la possibilità offerta, per una piacevole occasione di avvicinamento alla lettura che passa attraverso la conoscenza, il confronto, l’appassionarsi alla scrittura come strumento per capire e, spesso, per sentirsi più preparati ad affrontare la vita.

La rassegna “Dialoghi con l’autore” continuerà con interessanti appuntamenti per tutto il mese di luglio e di agosto. Prossimo incontro venerdì, 18 luglio, ore 19,15: Carlo Mazza presenterà “Il cromosoma dell’orchidea” dialogandone con Beppe D’Agnano.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.