Fumata grigia per l’elezione del nuovo presidente del Consiglio Comunale

Nulla di fatto nel Consiglio Comunale di oggi, il primo dell’era  Coppola. Questa mattina tra i banchi di Palazzo San Francesco i consiglieri si sono riuniti per discutere su alcuni argomenti dopo le elezioni amministrative del 25 maggio, che ha sancì la vittoria del candidato Sindaco del centro-destra.

Uno degli argomenti principali è stata la votazione del nuovo presidente del Consiglio Comunale, che non ha prodotto nessuna elezione, in quanto non si è raggiunto il quorum necessario per eleggere un nuovo presidente. I più votati sono stati Nicola Santoro, con sette voti, espressi dai consiglieri del coordinamento socialista, e Angelo Melpignano, votato dai consiglieri del Partito Democratico e presidente del Consiglio Comunale uscente, “in quanto dimostra garanzia ed equilibrio”, come ha affermato nei giorni scorsi dal Direttivo dello stesso partito.

E il resto?

Le schede bianche hanno fatto la differenza. Ben 13 astenuti, tra cui i consiglieri del centro-destra e lo stesso Nicola Santoro,che vorrebbe affidare la carica a un giovane debuttante presente tra i banchi del Consiglio Comunale. Prima della votazione del presidente del Consiglio Comunale, c’è stato anche il giuramento del Sindaco Gianfranco Coppola e la nomina di tutti i componenti della giunta, e un minuto di silenzio per ricordare la morte dell’ex Sindaco di Ostuni, Vittorio Ciraci.

Ma aldilà della nomina del presidente del Consiglio Comunale, tra chi auspica il buon senso, tra chi invita a usare toni civili, il dialogo tra le parti non c’è. Eppure una soluzione per un nuovo dialogo ci deve essere per le prossime riunioni, perché altrimenti il sospirato cambiamento per la cittadinanza ostunese auspicato dal neo sindaco, rischierebbe di non realizzarsi.

Se il buongiorno si vede dal mattino…

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.