Il 2 agosto LE LOUP GAROU in concerto al Centro di Equitazione STAZIONE X

/ Autore:

Uncategorized


Le-Loup-Garou

Riceviamo e pubblichiamo:

“Sabato 2 Agosto, grande festa al Centro di Equitazione Stazione X, dedicata a tutti coloro che vorranno trascorrere un’intera giornata d’estate all’insegna del divertimento fuori dagli schemi.

Fin dalle prime ore del mattino i più piccoli e non solo potranno dare sfogo alla propria esuberanza, partecipando a giochi stravaganti e dinamici. Per tutti coloro, invece, che vorranno lasciarsi andare ai piaceri del palato sono previste degustazioni di genuini e succulenti piatti tipici, figli della nostra calda terra salentina, delle nostre storiche tradizioni. Ma la festa diverrà ancora più calda ed interessante, quando alle ore 19:00 circa entrerà in scena “Le Loup Garou”, un originalissimo gruppo musicale dai membri fondatori provenienti dal Belgio, Praga, Soccavo e con base a Napoli, che, con le loro straordinarie performance, daranno vita ad uno show emozionante, drammatico, irrazionale oltre che coinvolgente.

Le Loup Garou (il lupo mannaro) sono descritti dalla stampa italiana ed estera come un miracolo di originalità. I quattro artisti che vi fanno parte, conosciuti come i figli dei Talking Heads, di Padre Pio, dell’horror Romeriano e della musica popolare dei Balcani, sono riusciti a fondare insieme quattro diversi affluenti della cultura musicale e artistica europea. Essi vi sorprenderanno con la loro musica, portando in scena un vero e proprio antico rito tribale nello spirito del lupo, cantando il profondo e l’irrazionale in una lingua dai confini nazionalistici e folkloristici, dai molteplici idiomi, (francese, spagnolo, inglese, tedesco, finlandese, italiano, latino).

Chi volesse condividere l’insolita e magica atmosfera onirica tra performance teatrale e rito iniziatico, è invitato quindi al Centro di Equitazione STAZIONE X, presso la sede di Acqua2O sulla strada S.S. 605 San Vito dei Normanni-Mesagne, al km 4,4.

L’ingresso è  libero”.

 

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?