Cavaliere sulla rinuncia di Enel Green Power al parco eolico: “Quando si uniscono le forze, arrivano i buoni risultati per tutta la comunità”

documenti proposta parco eolico progetto enel green power

Esprime grande soddisfazione Francesco Cavaliere, presidente del Consiglio comunale di San Vito, sulla rinuncia di Enel Green Power alla realizzazione di un parco eolico in città. Un impianto contestato con parere unanime nell’ultima assise comunale: si sarebbe trattato, infatti, di un’ulteriore aggiunta di torri eoliche nel già colmo territorio di San Vito, dove si concentrano una serie di problematiche situazioni in fatto di inquinamento ambientale.

Cavaliere: “E’ una vittoria per tutta la comunità e mi sento di ringraziare i capigruppo che in conferenza hanno fortemente voluto portare all’ordine del giorno del 24 luglio scorso  l’argomento del parco eolico. Come ho già detto più volte, non c’è contrarietà all’energia da fonti alternative ed infatti qualche anno fa abbiamo permesso l’edificazione di pale eoliche nelle nostre contrade. Ma San Vito ha già dato molto da questo punto di vista, troppo. Ci sono situazioni ancora irrisolte che da anni danneggiano la nostra città”.

E quando si parla di ambiente e salute collettiva il riferimento va dritto alla due discariche di Autigno e Formicadove – assicura Cavaliere – manteniamo desta l’attenzione. A Formica si è ottenuto di recente dal tribunale di Brindisi l’ufficiale divieto di smaltimento, ad Autigno invece si sta discutendo su come evitare il possibile arrivo di rifiuti da Conversano”.

Attenzione desta anche sulla possibilità dell’impianto di compostaggio, su cui a breve ci sarà un incontro specifico, annunciato dallo stesso presidente del Consiglio comunale.

Vigileremo anche sul compostaggio, non permettendo che un’ulteriore fonte di inquinamento sia impiantata in contrada Deserto, nei pressi del territorio di San Vito, mandando in rovina la vocazione agrituristica della zona e provocando un ulteriore danno ambientale nella nostra realtà”, ribadisce Cavaliere. Che conclude ritornando all’entusiasmo per  la decisione di rinuncia dell’Enel Green Power: “E’ la prova, che quando si uniscono le forze, i risultati si raggiungono, e con un beneficio per l’intera comunità”.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.