Domenica prossima Open Day agli orti “I Giardini della Grata”

/ Autore:

Cultura, Società


Riceviamo e pubblichiamo:

Si svolgerà Domenica 10 Agosto dalle ore 10:00 alle ore 20:00 un Open Day dedicato alla conoscenze degli orti sociali situati a valle delle mura antiche di Ostuni.
Uno scenario mozzafiato che cittadini e turisti potranno ammirare conoscendo da vicino gli “attori” dei terreni che coltivano con metodo di agricoltura biologica e biodinamica.
La conduzione degli orti è portata avanti dalla società cooperativa “Solequo”, attiva a Ostuni dal 1998 nella commercializzazione di prodotti dell’agricoltura biologica e biodinamica, e rientra nel progetto “Orti biologici Ostuni”. In questo progetto c’è il desiderio di estendere l’idea degli orti sociali coinvolgendo privati, scuole e disoccupati. Questa domenica “I Giardini della Grata”, nome dato agli orti per la stretta vicinanza al santuario Madonna della Grata (il tempio sacro dedicato alla Vergine protettrice dei contadini), saranno protagonisti dell’interessante manifestazione, attraverso momenti di condivisione di idee, progetti e con uno spazio dedicato alla degustazione e all’acquisto dei prodotti “a metro zero”.
IL PROGRAMMA
Il programma prevede alle ore 10 la presentazione del progetto a cura di Antonio Capriglia, presidente della coop Solequo e responsabile tecnico dei metodi di coltivazione biologica e biodinamica. Seguirà l’intervento del sindaco Gianfranco Coppola e il saluto di Gaetano Paparella, responsabile Icea, l’Ente di certificazione biologica della sezione di Bari. Fino alle 12:30 si svolgeranno visite guidate negli orti in compagnia di tecnici e operatori coinvolti nella realizzazione del progetto. Nel pomeriggio a partire dalle ore 17 proseguiranno le visite guidate fra le coltivazioni e alle ore 19:30 sarà offerta una degustazione di  frise con i pomodori dell’orto, olio e vino biologici.

LE TESTIMONIANZE
L’iniziativa si inserisce nel solco di una ventennale attività di rivalutazione degli orti. Già 20 anni fa se ne fece promotore Benedetto Farina che oggi collabora con  la coop Solequo. “A Ostuni sta prendendo piede il progetto Orti biologici dove un team di lavoro della Società Cooperativa Solequo sta portando a nuova vita alcuni appezzamenti privati con una coltivazione biologica-biodinamica – spiega Farina – un tassello che potrebbe far diventare la valle degli orti un’ottima chance di lavoro dove unire l’agricoltura alla cultura e all’economia: dalla coltivazione, alla gestione fino alla commercializzazione. Chiaro è – aggiunge Benedetto Farina, che ha preso in comodato d’uso circa 4.200 mq di terreno – che avremo bisogno del sostegno pubblico come già avviene in tante altre realtà del nord dove i Comuni si fanno carico sopratutto delle spese di acqua andando incontro ai giovani che iniziano l’attività nei campi”.
Quest’area ha delle potenzialità enormi – aggiunge il presidente di Solequo Antonio Caprigliaci sono tuttora circa 2 ettari di orti comunali che offrirebbero  un circuito agrario e naturale di straordinaria bellezza che, una volta illuminato, avrebbe valenza anche sotto il profilo turistico”.
Interessante sarà per i partecipanti ascoltare le testimonianze dirette di chi ha un proprio appezzamento nella valle degli orti coltivato con il metodo biologico e biodinamico: “Una piccola fetta di quest’area aveva attirato la mia attenzione e mi vedevo in quel terreno circondata da un orto vivo” ha raccontato Paola Azzaretti restauratrice romana e da 10 anni a Ostuni. “Questa area – ha aggiunto – non solo poteva essere rivissuta, ma poteva, e potrebbe ancora, diventare la bandiera di quella dimensione di armonia fra città e natura che colpisce, al di là delle cose e delle case, dei colori e della luce, l’animo di chiunque abbia il piacere di incontrare questa meravigliosa città”.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?