I Nomadi chiuderanno la festa di Sant’Oronzo

/ Autore:

Cultura, Società


Si chiuderà questa sera la tre giorni dedicata alle festività in onore di Sant’Oronzo. Fra poche ore, alle 20.00 tutti i cavalli e i cavalieri che hanno preso parte alla Cavalcata di ieri sera, saranno premiati, come da consueto, in Piazza Italia.

Alle ore 21.00 presso il Foro Boario si terrà il concerto dei Nomadi, a conclusione di una festa patronale, che anche ieri ha visto la partecipazione di molta gente riversandosi per le strade ad assistere la processione partita  dalla Concattedrale.

Per il gruppo rock italiano, in vita dal 1963, si tratta del primo loro concerto nella città bianca. Sono stati tanti i successi dei Nomadi, come Io Vagabondo, Un pugno di sabbia, Dio è morto, Crescerai, Io voglio vivere, Dove si va. Canzoni legati al tema del sentimento e dell’amore, diventando un gruppo che si distinto nelle hit-parade della musica italiana. Nel culmine del loro successo, il gruppo ha vissuto un periodo nero, quando nel 1980 alcuni di loro rimangono coinvolti in un incidente stradale, sospendendo persei mesi la loro attività. I Nomadi, durante la loro carriera hanno voluto, con la loro musica e le loro parole, hanno voluto mandare un messaggio, che è quello di denuncia e di impegno sociale, non a caso durante i loro concerti sono tanti gli striscioni  e i messaggi che il pubblico lancia sul palco, come uno scambio di messaggi tra il “popolo nomade”

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?