Consegnati i letti motorizzati alla casa di cura Hospice San Bartolomeo

/ Autore:

Cronaca


MARTINA FRANCA – Sono stati consegnati questa mattina, 9 novembre 2014, i 4 letti motorizzati che la Compagnia Teatrale “Voci di Scena” ha donato alla casa di cura Hospice San Bartolomeo di Martina Franca, grazie al ricavato dello spettacolo “State bene così”, andato in scena lo scorso 30 ottobre al Teatro Verdi.

Maurizio Di Pierro, ideatore del progetto e presidente della Compagnia Teatrale, durante la cerimonia di consegna ha sottolineato la sua soddisfazione nell’essere riusciti in questa impresa nonostante le tante difficoltà: “Non è facile, se non hai la giusta motivazione rischi di scoraggiarti e non di non fare più niente. Personalmente ci tenevo molto a realizzare questo progetto e grazie ai ragazzi della compagnia e a tutti coloro che sono venuti a vederci a teatro oggi possiamo dire aver realizzato un sogno“.

Un sogno che va al di là della mera consegna, se pur utilissima, dei 4 lettini motorizzati. Era importante puntare il faro su una struttura, unica nella provincia di Taranto ad offrire questo tipo di servizio, che sta rischiando la chiusura. Nel dicembre del 2012, infatti, dopo una ispezione da parte della ASL Taranto, che riscontrò alcune carenze organizzative, partì un iter (che ha avuto il suo epilogo solo pochi mesi fa) per la revoca degli accreditamenti di 24 posti letto complessivi.

Nonostante queste carenze siano state immediatamente sanate, l’iter per la revoca era ormai stato avviato. Nei mesi scorsi è arrivata una deroga e l’Hospice San Bartolomeo oggi è pienamente operativo, può ricoverare i malati terminali oncologici con aspettativa di vita inferiore a 90 giorni, ma la situazione non è del tutto definitiva in quanto mancherebbe una risposta da parte della Regione per sanare la situazione pregressa della struttura. Il consigliere regionale Francesco Laddomada, durante il suo discorso, ha rassicurato il personale affermando che si è a buon punto e che mancherebbe solo il parere “della struttura assessorile” di riferimento.

Entro la fine del mese di novembre la situazione dovrebbe sbloccarsi in maniera definitiva, nel frattempo la struttura continua il suo difficile lavoro ringraziando tutti coloro che hanno permesso l’arrivo di questi nuovi 4 letti motorizzati.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?