Zizza, ‘padre nobile’ del centrodestra sanvitese: sì alle primarie e ad uno schieramento largo che comprenda anche Silvana Errico

/ Autore:

Cronaca


Arrivare alle prossime elezioni amministrative con una scelta condivisa, senza sottovalutare lo strumento delle primarie: chiara l’intenzione del centrodestra sanvitese. Lo fa sapere il senatore Vittorio Zizza, già sindaco di Carovigno e ora  commissario cittadino di Forza Italia a San Vito, che si pone come “padre nobile” di tutti i partiti e le liste del suo schieramento. Una coalizione da valorizzare perché  “risorsa per la città normanna”, dice.

Di seguito l’intervista allo stesso Zizza in cui dà conferma di costruttivi intenti di dialogo e della disponibilità ad uno schieramento largo in vista delle vicine elezioni comunali.

Senatore, intanto con quali obiettivi ha accettato l’incarico di commissario di Forza Italia per la città di San Vito?

Io personalmente devo molto a San Vito perché è stato determinante per la mia elezione. Ho peraltro molti amici qui e, essendo San Vito e Carovigno due Comuni molto vicini, di fatto non vedo differenze territoriali. Questo mi ha portato ad accettare l’incarico che cerco di portare avanti con uno sguardo comprensivo di tutto il centrodestra locale, e con tutta l’intenzione di fare un buon lavoro.

In base a quali percorsi sceglierete i candidati sindaci? O sono stati già individuati?

In questo momento io sono il commissario cittadino di Forza Italia ma guardo l’insieme delle liste di centrodestra con lo stesso interesse e con lo stesso impegno. Penso che alle Comunali il discorso sia più di area politica che di partito singolo. Tutta l’area, comprese le liste civiche, rappresenta un valore importante e mi sento quindi “padre nobile” dell’intera la coalizione che parte da Fratelli d’Italia e giunge a Silvana Errico, che ritengo parte di questo progetto.

Quindi i nomi ci sono già.

Silvana Errico ed Alberto Magli sono due nomi importanti. Entrambi hanno rappresentato per la storia sanvitese una parte considerevole. Per me sono due ottime persone, a livello politico e a livello personale. Oggi si parte, come accadde nel 2010, da loro due. Il mio obiettivo è far fare le primarie. Certo, si tratta di ruoli diversi svolti nella quasi conclusa amministrazione. Parliamo però del futuro, dei prossimi cinque anni. Su quello che è stato si farà un’analisi, e magari si proporranno due progetti diversi cercando di prendere anche dell’amministrazione Magli quello che di buono è stato fatto.

Cosa chiederà alle forze politiche sanvitesi che fanno riferimento al suo partito?

I rapporti sono buoni con tutti i partiti: con il Movimento politico Schittulli, con Fratelli d’Italia, con la stessa Silvana Errico e proprio in questi giorni ho potuto conoscere meglio il responsabile della Democrazia Cristiana, Piero D’Errico, notando in lui una saggezza politica che mi ha piacevolmente colpito. Io mi sento un rappresentante di Forza Italia con il compito di guardare, però, a tutta l’area di centrodestra come una risorsa per San Vito.

Pensa che, comunque, procederete nel segno della continuità rispetto all’ultimo quinquennio?

Saranno i programmi a deciderlo. Tutte le Giunte hanno dei pregi e dei difetti. Io difendo l’area di centrodestra. Certamente mi auguro che, se ci sono degli spigoli, si possano completamente  smussare per lavorare bene.

Tra quanto si saprà in maniera definitiva su chi punterà il centrodestra sanvitese?

Conto di fare una riunione tra venerdì e sabato della prossima settimana con tutte le liste per andare a definire la possibilità di un percorso comune, o di optare definitivamente per le primarie. C’è anche l’eventualità di concordare insieme altre soluzioni. E’ venuto fuori da parte di molti la probabilità di puntare per esempio su nome nuovo, rappresentate della società civile. Da parte mia c’è di sicuro la disponibilità a considerare e valutare ogni proposta. Certo è che le elezioni sono alle porte, e credo che entro dieci giorni si debba definire il tutto.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


2 Commenti

E tu cosa ne pensi?


Commenti

  • Florio@67 ha detto:

    Cosa dire dire ci mancava il padre nobile e le primarie nel centro destra Sanvitese per completare l’opera. Patetico, non so più cosa altro inventarsi per finire di distruggere questo paese.

  • Florio@67 ha detto:

    Ci mancava quest’ultima figura del padre nobile per completare l’opera.Patetica questa ultima trovata, come un prestigiatore che tira fuori dal manico la sua magia per meravigliare il pubblico, che dire poi delle primarie non ne parla più il centro sinistra che le ha inventate,siamo nel caos più assoluto il nostro bel paese non merito tutto ciò.