Consiglio Comunale, approvato l’assestamento al bilancio 2014

/ Autore:

Politica


E’ terminato da pochi minuti il Consiglio Comunale con l’approvazione di tutti è quattro gli argomenti previsti all’ordine del giorno. Dopo l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, si è passati alla discussione, con conseguente approvazione della variazione ed assestamento del bilancio di previsione 2014, approvato precedentemente nella seduta del 17 ottobre (ad eccezione dei consiglieri dell’area socialista che hanno espresso il loro parere negativo), tra cui il completamento dei lavori dell’istituto scolastico Pessina, ancora in fase di ristrutturazione. “La consegna dell’istituto Pessina doveva avvenire nel mese di settembre” – afferma l’assessore all’Urbanistica Paolo Pinna – ma ciò non è avvenuto per il completamento di altre opere, come quelle legate alle facciate della scuola. Opere di completamento – continua l’assessore –  legate anche a diversi lavori riguardante la parte esterna, come i piazzali adiacenti alla scuola e le scale antincendio. La spesa, che era inizialmente di 1 milione e 150 mila, passerà a 2 milioni e 700 mila per poter completare queste opere e la consegna avverrà entro i primi 15 giorni di dicembre

Infine il quarto e ultimo punto, ovvero il regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei  beni comuni urbani, è stato approvato. “Considerato che molti comuni italiani, tra cui la città di Bologna, hanno approvato il regolamento della collaborazione tra enti locali e soggetti privati di alcuni comuni italiani, come quello di Bologna, una cosa del genere, su sollecitazione anche dell’ex candidato sindaco Franco Colizzi, di cui ne parlammo anche qualche mese fa, la si può immaginare nella città di Ostuni per la vocazione culturale e grazie anche a un settore terziario molto consolidato” – afferma il vicesindaco Guglielmo Cavallo, che parla anche di un progetto con la scuola per lo sviluppo di queste forme di collaborazione con l’amministrazione.

 

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?