L’istituto industriale “A.Pantanelli” senza riscaldamenti, monta la protesta degli studenti

Niente riscaldamenti, niente lezioni. E quindi via allo sciopero. Sono stati, stamane, i ragazzi dell’Istituto tecnico industriale “A. Pantanelli” di Ostuni, a decidere di scioperare in merito al mancato funzionamento dei riscaldamenti, che secondo la normativa vigente, dovevano essere azionati già dal 15 novembre.

Ma dato l’arrivo della stagione invernale dal punto di vista climatico, con il freddo che  si è fatto sentire nelle ultime ore e data la collocazione della scuola in una zona rurale, ovvero sulla provinciale per Cisternino, a una manciata di  chilometri dal centro cittadino, e quindi molto una zona fredda, gli studenti hanno voluto esentarsi dalle lezioni, vista la bassa temperatura delle aule del plesso. Uno sciopero che potrebbe avere si delle ripercussioni negative sugli studenti, ma altrettanto giustificato, nonostante le diverse sollecitazioni dei ragazzi a risolvere quanto prima possibile il problema.

Sollecitazioni che sono arrivate anche dalla politica. Infatti nel mese scorso i consiglieri del centrodestra di Ostuni avevano scritto una lettera al presidente della Provincia di Brindisi, Maurizio Bruno a velocizzare i tempi per il funzionamento dei riscaldamenti di molte scuole ostunesi appartenenti alla provincia adriatica, “chiedendo anche le motivazioni che hanno spinto l’ente da Lei presieduto a non aver ancora ottemperato a quanto previsto dalle norme in materia; speriamo vivamente che quanto su descritto non sia imputabile a motivazioni economiche, perché se così fosse Le raccomandiamo in futuro di evitare ulteriori aggravi per le casse provinciali per far fronte a costi per manager di cui l’ente può benissimo continuare a fare a meno così come ha fatto fino alla data del Suo insediamento”. Intanto non è escluso che nei prossimi giorni diverse scuole potrebbero scendere in strada per manifestare a questo dissenso, in particolar modo “in un’ottica di tutela del benessere dei tantissimi alunni che frequentano licei ed istituti tecnici nella nostra città”

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.