Emergenza neve. Il Centrodestra in conferenza stampa critica la gestione dell'Amministrazione

/ Autore:

Politica



MARTINA FRANCA – Questa mattina si è svolta la conferenza stampa – atipica visto che non si è lasciato spazio alle domande dei giornalisti – delle principali forze di opposizione di Martina Franca: Forza Italia, NCD/UDC in Area Popolare e IdeaLista. Una conferenza stampa voluta fortemente dall’On. Gianfranco Chiarelli, presente anche lui questa mattina insieme a Giacomo Conserva e Piero Bello consiglieri comunali F.I., Pino Pulito consigliere comunale e consigliere provinciale delegato F.I., Michele Muschio Schiavone consigliere comunale e provinciale NCD-UDC, Martino Miali, Martino Giacobelli, Tonino Fumarola consiglieri comunali NCD-UDC, Michele Marraffa e Donatella Castellana consiglieri comunali di IdeaLista.

Un centrodestra che si ritrova unito per denunciare, con parole dure, la gestione dell’emergenza neve da parte dell’Amministrazione Ancona. Un nuovo inizio per il centrodestra, così come ripetuto più volte dagli intervenuti, per riprendersi il governo della città lasciato alla sinistra a causa delle varie divisioni interne.  “La grande vittoria per noi è ritornare uniti – afferma Pino Pulito – le nostre divisioni interne ci hanno portato a perdere e a lasciare in mano alla sinistra la città. Da qui dobbiamo ripartire e riprenderci Martina“.

Sono passati quasi 3 anni da quando il centrosinistra governa la città – dichiara Piero Bello durante la conferenza – e da allora è una festa dell’unità continua. Abbiamo i soldi per fare feste ed eventi, come i vari villaggi di Babbo Natale, ma non abbiamo i soldi per compare il sale? Questa gestione dell’emergenza mi ricorda molto la Concordia, Martina è stata abbandonata dal suo capitano nel momento del bisogno“.

Più duro è stato Michele Marraffa che ha definito i giovani di questa Amministrazione “impreparati, inetti, incapaci e inopportuni”. La sua critica, anche senza fare nomi, era rivolta agli assessori più giovani, Palmisano e Coletta. “Usateci per diventare migliori di loro, i prossimi giovani che rappresenteranno la città non dovranno essere come loro“.

Poi un riferimento al lavoro svolto/non svolto dalla TraDeCo e un monito all’Amministrazione: “I mezzi girovagavano per Martina senza fare niente, chi pagherà quelle fatture quando arriveranno a Palazzo Ducale?“.

Secondo quanto detto da Marraffa, anticipato su facebook anche da Antonio Martucci, nel capitolato d’appalto per il servizio rifiuti vi è l’articolo 30 che è specifico per lo “sgombero neve” e che obbliga la TreDeCo “al verificarsi di precipitazioni nevose ad assicurare il servizio raccolta RSU e a ripristinare e mantenere il traffico veicolare e pedonale mediante rimozione e sgombero della neve dalle sedi stradali carreggiabili, dagli incroci e dagli spazi prospicienti uffici pubblici e i luoghi di pubblico interesse; spargimento di sali anche in assenza di nevicate, qualora il suolo si rendesse sdrucciolevole per la presenza di ghiaccio“.

Quindi – sostiene Marraffa – ci sono delle responsabilità e qualcuno dovrà pagare per queste mancanze“.

Ma nella “caciara” di questi giorni è difficile fare chiarezza e l’impossibilità di fare domande a fine conferenza non ha di certo aiutato i giornalisti presenti ad avere un quadro più chiaro della situazione. Così ci siamo permessi, a fine conferenza, di fare qualche domanda al disponibilissimo Michele Muschio Schiavone che, per darci conferme ulteriori, ha telefonato al sig. Bellavia Michele, impiegato provinciale alla manutenzione stradale e alla segnaletica e che ha gestito tutte le fasi di questa emergenza sul territorio tarantino.

Quello che ci interessava sapere era come fosse stata gestita l’emergenza a più livelli tra Comune, Provincia e Regione. Bellavia però sembra non aver mai ricevuto richiesta formale di aiuto da parte del Comune di Martina Franca, ma solo telefonate private da parte di qualche Assessore. Non sappiamo quindi se vi è stata una richiesta formale da parte del Comune che la Provincia non è riuscita a gestire e a girare a chi di competenza, o se dal Comune non è mai partita una richiesta ufficiale.

Certo è che burocrazia non fa rima con emergenza, in qualsiasi situazione, così ognuno ha provveduto per sé. La Provincia ha liberato le strade di sua competenza e secondo quanto affermato sempre da Bellavia al telefono lo ha fatto in tempi ristretti coinvolgendo 5 aziende martinesi e una di Taranto per la zona di San Paolo. Mentre il Comune ha fatto quel che ha ritenuto più giusto.

Muschio, a conclusione della nostra breve chiacchierata a fine conferenza, ha sottolineato l’impreparazione assoluta da parte di chi ha gestito l’emergenza, in primis del sindaco Franco Ancona per non aver sollecitato in tempi brevi la Protezione Civile e poi dei dipendenti comunali e la loro poca esperienza: “Ci sono tanti nuovi dipendenti che non hanno mai affrontato una cosa del genere, c’è inesperienza e questo si è visto“.

 


commenti

4 Commenti

E tu cosa ne pensi?


Commenti

  • Vito Pastore ha detto:

    La nevicata è servita almeno a qualcosa. È riuscito ad unire il centrodestra. Che dire!? Aspettiamo la prossima nevicata! Ben Augurante!

  • Vito Pastore ha detto:

    La nevicata è servita almeno a qualcosa. È riuscito ad unire il centrodestra. Che dire!? Aspettiamo la prossima nevicata! Ben Augurante!

  • limadelta ha detto:

    Sì continua a leggere inesattezze e distorsioni manipolate degna solo di un centro destra unito apparentemente.il fatto rilevante e’ che si continua con le critiche,e ‘ mai possibile che questi signori non abbiamo visto nulla in giro di quanto e’ stato fatto?erano per caso nelle proprie case ancora a festeggiare?non e’ possibile. Non e’ stata spesa una sola parola a favore di chi si e’ dato da fare con sacrificio e abnegazione,nemmeno con le forze dell’ordine e molti altri presenti sul campo.capisco il ruolo dell’opposizione,ma non capisco l’esagerare in questo modo,magari ce lo spieghi no, altrimenti vorra’ dire che della politica non ho capito nulla,ammesso che c’è da capire.

  • limadelta ha detto:

    Sì continua a leggere inesattezze e distorsioni manipolate degna solo di un centro destra unito apparentemente.il fatto rilevante e’ che si continua con le critiche,e ‘ mai possibile che questi signori non abbiamo visto nulla in giro di quanto e’ stato fatto?erano per caso nelle proprie case ancora a festeggiare?non e’ possibile. Non e’ stata spesa una sola parola a favore di chi si e’ dato da fare con sacrificio e abnegazione,nemmeno con le forze dell’ordine e molti altri presenti sul campo.capisco il ruolo dell’opposizione,ma non capisco l’esagerare in questo modo,magari ce lo spieghi no, altrimenti vorra’ dire che della politica non ho capito nulla,ammesso che c’è da capire.